Il tempo del mare e del relax, accompagnati da serate spensierate passate in compagnia, magari in una delle splendide campagne mediterranee, è ormai concluso. Un altro anno scolastico e lavorativo è iniziato. Ancora troppo precoci per pensare al Natale, proviamo a ripensare un po’ all’estate ormai finita, ma ancora presente nella galleria dei nostri smartphone e nelle nostre memorie.

Ciò che aiuta coloro che vogliono ricordare è la fotografia, per l’appunto. Che sia fatta con una macchina usa e getta, con un telefono di ultima generazione, con una reflex multi-accessoriata, la fotografia permette di fissare – per più o meno tempo – i nostri ricordi, le nostre emozioni e sensazioni più belle. Cosicché nulla vada perduto.

Negli ultimi anni, poi, si è sentito sempre più il bisogno di condividere questi scatti con amici, conoscenti e, addirittura, sconosciuti.
Condividere in che modo? Beh, sui social network in primis. Questi permettono di postare migliaia di istantanee e di far sapere a tutto il mondo la nostra posizione e i nostri spostamenti. A pensarci, la cosa non è rassicurante. Ma di certo ci permette di viaggiare con la fantasia e l’immaginazione, anche se comodamente seduti sul divano.

Vediamo, allora, quali sono i 10 luoghi più fotografati durante l’estate italiana:

SPIAGGIA “LA PELOSA” – STINTINO

Chi non pensa alla Sardegna quando si parla di mare cristallino e distese di sabbia bianca?

Nell’estrema punta nord-occidentale dell’isola, c’è una spiaggia dai caratteri tropicali: sabbia bianca finissima, mare color turchese cangiante e – tanti, ma tanti – turisti. Questa, infatti, è diventata ormai una spiaggia-icona. Chiunque si reca nella Sardegna del nord ci fa un pensierino.

ISOLA DEI CONIGLI – LAMPEDUSA

Sempre di isola si parla, anche se in questo caso di dimensione nettamente ridotta. Lampedusa. Isoletta incontaminata e selvaggia. Ultimo lembo italiano prima della costa africana. Insomma, un vero paradiso terrestre! E le immagini che vediamo di questa meravigliosa terra non possono che darci ragione.

In particolar modo, nella parte sud-est dell’isola si trova l’isola dei Conigli. Questa, da molti considerata come la spiaggia più bella del mondo, offre panorami mozzafiato. Perfetti da postare!

MALDIVE DEL SALENTO – PUGLIA

Che bello il nostro sud! Una meraviglia per gli occhi (e per la pancia)! Lungo la costa salentina -e precisamente a Marina di Pescoluse – sembra proprio di essere ai Caraibi, tanto è vero che una lunga distesa di sabbia prende proprio il nome di ‘Maldive del Salento’. Il protagonista rimane lui – l’indiscusso – il mare. Che sia sullo sfondo o in primo piano poco importa.
Ciò che preme alla gente di oggi è di far vedere di essere andati alle ‘Maldive’. Vuoi mettere?

LAMA MONACHILE – POLIGNANO A MARE

Oh Puglia, Puglia mia, tu Puglia mia, ti porto sempre nel cuore quando vado via– cantava Caparezza. Come dargli torto.
È una terra meravigliosa. Ricca di folclore e tradizione. È proprio a questa che si pensa quando parliamo di Polignano, considerata ‘la Puglia in miniatura’.
Se ci pensiamo, ciò che subito ci salta in mente è Lama Monachile, caletta storica della città. Questa racchiude, in pochi metri di sabbia, uno scenario dalla bellezza disarmante, che ci porta indietro nel tempo. Grazie alle fotografie qui scattate abbiamo la sensazione di trovarci in un luogo magico.

MARZAMEMI – SICILIA

Come non fare cenno alla Sicilia, meravigliosa e calda isola nota per le granite, i cannoli e il pistacchio. Ciò che colpisce di più è la sua tradizione.
Vi sono moltissimi scorci siciliani, amati proprio per le loro caratteristiche tipiche, protagonisti di molteplici fotografie. Uno di questi è la piazza di Marzamemi, piccola frazione in provincia di Siracusa. Una vera chicca. Le fotografie qui scattate sono milioni. Il tempo sembra essersi fermato e, grazie ad uno scatto, il tutto sembra poter rallentare ulteriormente.

LAGO DI BRAIES – BOLZANO

Chi dice che i panorami mozzafiato non possano essere visti anche al fresco?
Se qualcuno è di questa opinione, allora non ha mai visto la bellezza del Lago di Braies – conosciuto anche come ‘la perla dei laghi alpini’. I monti alle sue spalle si specchiano nelle sue acque color verde smeraldo. Un vero spettacolo della natura. Fotografata, postata e taggata su qualsiasi tipo di social network, si spera che questa realtà incontaminata possa restare così più a lungo possibile.

TRE CIME DI LAVAREDO – DOLOMITI

Semplicemente note come “Le tre cime”, spiccano e risultano ormai il simbolo delle Dolomiti. Proclamate Patrimonio dell’umanità, attirano numerosi escursionisti o, semplicemente, curiosi che non perdono l’opportunità di scattare fotografie, e di dar prova – attraverso la macchina fotografica – della loro presenza.

LE CINQUE TERRE

Torniamo a parlare di località marittime. Antichi villaggi di pescatori, le Cinque Terre si presentano come borghetti arroccati sulla costa frastagliata della Riviera ligure. La loro peculiarità – come molti sanno – è il colore delle casette che le popolano. Vi è la possibilità di realizzare fotografie “instagrammabilissime”, insomma. Una sorta di presepe coloratissimo, ma più in grande. Il tutto, poi, è arricchito dalla presenza del mare e questo permette di assistere a degli scorci singolari ed unici nel loro genere.

VENEZIA

Venezia. La città sull’acqua.

Nonostante il caldo, l’umidità e l’afa – tipica dei mesi estivi – la città dell’amore non smette mai di essere visitata e, soprattutto, fotografata. I suoi scorci sono ormai noti a tutti: il Canal Grande, il Ponte di Rialto, la Basilica di San Marco, le isole di Murano e Burano. Insomma, ovunque ci si trovi c’è un panorama degno di mille fotografie. Diciamo che non ci si può proprio sbagliare.

MATERA

Concludiamo – non per ordine di importanza – con la Città per eccellenza del 2019: Matera. Capitale Europea della Cultura, è dal 1993 Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Negli ultimi tempi, grazie alla sua popolarità, ospita esposizioni ed eventi culturali artistici, che raccolgono attorno alla cittadina un via vai di artisti e personalità influenti, provenienti da tutto il mondo. Questo ha fatto in modo di creare un vero e proprio centro culturale, dove tradizione ed innovazione si sposano in una combo idilliaca.

Gli amanti della fotografia sono particolarmente affascinati dalla disposizione del centro urbano, sviluppatosi a partire da grotte naturali scavate nella roccia. La maggior parte degli scatti qui realizzati si concentrano proprio su questo: sulla potenza dell’uomo e su ciò che è riuscito a realizzare lungo i decenni trascorsi e, soprattutto, sulla sua capacità di adattamento di fronte ad una natura ancor più forte di lui.

L’estate 2019, quindi, è un’estate all’insegna delle bellezze italiane, immortalate e custodite segretamente, o quasi.

La bellezza salverà il mondo– diceva Cvetan Todorov, filosofo bulgaro.
All’alba del 2020, la speranza è ancora accesa. L’Italia, in questo, ha un ruolo da protagonista. Il nostro Grande Stivale ha tutte le carte in regola per non deludere le aspettative di chi – fiducioso – crede ancora nel futuro e in quello che verrà.


 

FONTI
Ricerca su Instagram da parte dell’autrice

Viaggia Scrittori

Dolomiti.it