Eros

 

Non posso più scrivere

di banalità castranti

come l’amore,

perché parlerei

solo di te

che sei senza nome.

 

(Senza un nome

non esisti veramente)

 

Thanatos

 

Ho preso i tuoi occhi

e li ho indossati,

come uno splendido vestito.

Mi sono guardata con quelli

ogni giorno, finché

come ciliegi

non sono tutti seccati;

e io appassivo con loro.

 


CREDITS

Copertina