“Romagnoli popolo eletto” è una pagina simile a quella meneghina, “Il milanese imbruttito”: creare una community, dove esaltare le proprie tradizioni. Non si parla di Romagna solo per la piadina, il Sangiovese o le spiagge, ma anche per la sua industria, alimentare e dal fashion. Facendo riferimento a questo ultimo ambito, si deve parlare di Brandina: non una semplice linea di borse, ma un vero stile di vita, un’arte più che una moda. Le righe del classico lettino su cui prendere il sole (la branda o LO sdraio, detto dal ‘popolo eletto’), escono dalla spiaggia e vengono indossate!

Dal tessuto della riviera italiana nasce la borsa Brandina. SEMPRE IN VACANZA!

L’idea è firmata da Marco Morosini, il vero creatore del marchio, che di mestiere fa il designer e il fotografo. Marco, nel 2004, era impegnato nella realizzazione di un libro fotografico, proprio a tema Riviera, e decide di decorare la copertina con il tipico tessuto del lettino da spiaggia!

Una linea di borse e accessori realizzata con il tessuto dei lettini da mare della Riviera Italiana.

Icona balneare, ma non solo. Una borsa che vuole celebrare la storia della Riviera, che sprizza energia con i suoi ombrelloni multicolor. Il primo lettino da spiaggia fu inventato nel 1949, proprio in occasione del boom economico, in cui gli italiani iniziano ad andare in ferie! Per rimanere al passo con la richiesta dei clienti, gli stabilimenti balneari si sviluppano lentamente: il lettino da spiaggia passa dalla tela in cotone a quella in Nylon (resistente circa 20 anni), dalla struttura in legno a quelli attuali, con addirittura cuscino e a volte materassino. Proprio la resistenza del Nylon colorato, che spopola sulle spiagge, diventa la chiave del successo di Brandina (tanto che ci sono alcuni bagnini, che riconoscono le tele dei loro stabilimenti nelle borse dei clienti!).

Il primo step fu la collaborazione con i produttori di tele per attrezzatura da spiaggia. Successivamente, per creare una vasta scelta di colori, si parte da un’immagine o un quadro, la si ingrandisce e la si scompone in pixel, creando così una ‘tavola’ di colori. Per esempio, dalla celebre Marilyn Monroe di Andy Warhol, nasce la fantasia ‘Positano’: qui, primeggia il rosa (prodotto dai pixel componenti il viso della celebrity), attorniato da diverse nuances di beige, giallo ocra, azzurro e viola. O ancora, Vincent Van Gogh, con la sua “Notte stellata sul Rodano”, dà vita a ‘Palombaro’: un’esplosione di blu!

Non solo righe: i prodotti Brandina presentano anche borchie nel modello “Grand Hotel Studs”, frange nel “Texas City”, spille e jeans nella mini “Hippi 70’s” e fiori nella mitica “Cuffia” con zip. Inoltre, la gamma dei prodotti non si esaurisce con le borse. Ci sono prodotti

  • per la scuola: astucci, zaini, matite e quadernini;
  • portachiavi, cover per smartphone, contenitori per tablet o personal;
  • costumi, parei e bracciali;
  • home living.

Come anticipato, Brandina non è un semplice marchio, ma un vero ‘mind-style’. Tramite i social, la grande famiglia a strisce bianco-azzurre si diverte con concorsi fotografici: #bellezzealmare, con i lati B più originali da inserire nel catalogo, o #brandinafirst, per vincere prodotti aspettando l’estate. C’è anche il Brandina Day, che si festeggia il 7 agosto presso l’Aquafan di Riccione, allestito a tema. Non mancano le occasioni in cui si è nostalgici del passato: la vendita di prodotti abbinati al celebre ghiacciolo, ‘Bomba’, tramite il Brandinavan! Infine, Brandina ama le scommesse: cercare commesse ultraottantenni per la stagione estiva 2019 e la ricerca di nuove risorse per progetti e-commerce.

Le Botteghe Brandina sono un vero salto nel passato. Idealizzate sempre da Marco Morosini, che cura ogni led e dettaglio, ricreano gli stabilimenti balneari, esponendo spesso auto d’epoca. Anche pagare sarà un’esperienza insolita: vicino alla cassa è presente uno specchio a forma di cabina, che il cliente dovrà aprire e dalla quale uscirà lo scontrino! Le Botteghe si trovano sparse per la Romagna: Pesaro, Milano Marittima, Cesenatico, Cattolica, Rimini e Riccione. Ma il marchio ha punti vendita anche altrove (Napoli, Genova, Roma, Parma e tante altre città), persino all’estero (in Russia, in Francia, in Kuwait). L’esperienza di Brandina a Milano è stata breve: un pop-up è stato aperto in San Babila nel 2017 e un altro durante la design week dello stesso anno in Tortona.

Il lettino, con Brandina, ha scoperto di avere una seconda vita. Proprio come questo, le borse Brandina hanno l’occhiello che, solitamente serve per regolare l’inclinazione dello schienale, ma in questo caso funge da chiusura. Così, con questi prodotti, i Romagnoli, e tutti gli amanti del mare, potranno manifestare questo legame particolare con esso in un modo davvero originale: una borsa, un’identità, una storia d’amore per la propria patria!


FONTI
Fonte 1
CREDITS
Copertina (pic by me, Bottega Brandina di Cesenatico)
Immagine 1 (pic by me, Bottega Brandina di Cesenatico)
Immagine 2 (pic by me, Bottega Brandina di Cesenatico)
Immagine 3 (pic by me, Bottega Brandina di Cesenatico)