Che siano le fredde giornate invernali oppure le tanto attese vacanze estive, ogni momento è perfetto per una bella e sana maratona di serie tv. Quale miglior momento per dedicarsi al binge watching sfrenato? Gli ingredienti sono pochi e semplici: prendete una serie tv capace di creare dipendenza ed amalgamatela ad uno schermo. Infine, unite il tutto con un bel po’ di tempo libero ed il gioco è fatto. Per chi avesse bisogno di qualche piccolo consiglio, ecco alcune delle migliori serie tv da guardare tutto d’un fiato.

Black Mirror

Ciascun episodio è un film di un’ora completamente indipendente da tutti gli altri. A collegare le varie puntate è il tema delle nuove o possibili future tecnologie, le catastrofiche ed alienanti conseguenze che queste comporterebbero. Il tono estremamente macabro e satirico del progetto di Charlie Brooker è chiaro fin da subito: un’analisi maniacale dell’uomo e del suo vivere all’interno di una società. Nota intrigante e positiva è il mutare costante del cast (hanno partecipato: Daniel Kaluuya, Bryces Dallas Howard, Michael Kelly, Letitia Wright e tanti altri)

Breaking Bad

Scontato? Forse. Menzione necessaria? Direi obbligata. Breaking Bad ha accontentato tutti: dagli amanti delle serie tv a coloro che non ne sono mai stati attratti. Se è piaciuta così tanto un motivo ci sarà. La serie di Vince Gilligan ha rivoluzionato l’intero mondo televisivo portando ad un livello superiore una categoria da sempre considerata inferiore rispetto al cinema. Per chi non conoscesse Walter White (Bryan Cranston) non si preoccupi, ha ben 5 stagioni, 63 episodi e 50 ore per recuperare.

Orange Is The New Black

Ambientata nel carcere di Litchfield, Orange is the new black analizza le difficoltà e le sfide che ogni giorno le “delinquenti” devono affrontare in questo luogo poco “divertente”. Ciò che rende sempre interessante queste serie ad ogni sua stagione è il focus che esso compie su personaggi diversi. Grazie alla presenza di numerosi flashback impariamo a conoscere le sue protagoniste a 360° e, inevitabilmente, ci affezioniamo ad ognuna di queste. Amori, risate, tragedie, scontri, identità di genere, diversi orientamenti sessuali o religiosi: non manca nulla.

House of Cards

La serie tv che segue la scalata al potere di Frank Underwood (Kevin Spacey) e di sua moglie Claire. Spietato e tragicamente realistico, House of Cards segue l’ascesa di questa particolare coppia che farebbe di tutto pur di avanzare nella piramide gerarchica. Questo giova alla serie poiché la rende costantemente imprevedibile e, di conseguenza, ci spinge a rimanerne fedeli non rinunciando mai ad una sola puntata. Caratteristica lodevole è rappresentata da quei brevi momenti nei quali il protagonista si rivolge direttamente al pubblico. Voltandosi verso la telecamera rivela i suoi veri pensieri rendendoci, così, partecipi dei suoi piani.

Sherlock

Ambientata nella Londra moderna con protagonista uno dei personaggi più instabili della letteratura inglese. La sceneggiatura è sufficiente a rendere un vero gioiello l’intera serie ma, a perfezionare il telefilm, si aggiungono interpreti del calibro di Benedict Cumberbatch (Sherlock Holmes) e Martin Freeman ( Dr. John Watson). Tra un’indagine e l’altra viene dato ampio spazio ad un’analisi accurata dei particolari rapporti di amicizia e parentela che legano il protagonista. Tre puntate di 90 minuti ciascuna per quattro stagioni da guardare RIGOROSAMENTE in lingua originale.

Game of Thrones

Incontrare qualcuno che non ha mai visto un episodio di questa serie è molto, molto…ma molto difficile. Come convincere quei pochi (strani, a nostro avviso) individui che non si sono mai lasciati travolgere dal più grande successo degli ultimi anni? Forse partendo dal fatto che Game of Thrones viene trasmesso in 173 Paesi, è vincitore di 38 Emmy Awards, è la serie tv più piratata del mondo e spende circa 10 milioni di dollari a singolo episodio?
Se non bastasse non resta che citare la trama. Inizialmente tra nomi, casate, amori, nemici non sarà facile ricordare tutto, ma col tempo imparerete persino la lingua Dothraki. I colpi di scena sono costanti, non si cade mai nella banalità o nella noia e la crudeltà delle morti dei personaggi saprà straziarvi al punto giusto…sufficiente a perdere qualche ora di sonno.
La colonna sonora? Epica.

Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Iron Fist e The Defenders

Ogni amante della Marvel non può negarsi la visione di queste serie televisive targate Netflix. A partire da Daredevil ha avuto inizio la produzione di telefilm aventi ognuno protagonisti un diverso eroe che, a differenza degli Avengers, vestono più i panni da anti-eroe. Dimenticatevi la correttezza di Captain America e imparate a conoscere l’acolizzata e stressata Jessica Jones o l’avvocato disabile che veste i panni di Daredevil. Da cosa sono accomunati? Atmosfere noir, scene di lotta estremamente curate, effetti speciali da registro e una sigla da brividi.

Grace & Frankie

Menzione speciale per una delle serie tv più sottovalutate degli ultimi tempi. Già la trama dovrebbe incuriosire il grande pubblico: le due protagoniste, interpretate da Jane Fonda e Lily Tomlin, affrontano la separazione dai mariti in seguito al loro coming out. Oltre a condividere lo studio di avvocati sono uniti da una storia d’amore che si protrae da oltre vent’anni. A settant’anni si ritrovano a convivere, loro malgrado, cercando di affrontare l’assoluto capovolgimento della loro vita. Due anime completamente diverse che impareranno a volersi bene diventando due grandissime amiche. Attraverso un brillante umorismo viviamo insieme alle protagoniste un viaggio alla riscoperta di se stesse.

CREDITS

Copertina