I Millennials, grazie all’avvento delle nuove tecnologie -Internet sopra tutte- sono la generazione più informata della storia. Mai l’essere umano ha avuto a disposizione così tante informazioni, di così facile accesso. Il problema, in questo contesto, si ribalta rispetto al passato: la difficoltà non sta più nell’accedere alla conoscenza, ormai alla portata di chiunque, ma piuttosto nell’identificare, tra le decine di migliaia di risultati che ci compaiono quando facciamo una ricerca in rete, quelli più pertinenti.

Lo stesso problema si presenta, anche se dal punto di vista opposto, a chiunque gestisca un sito internet. Agenzie, blogger e giovani freelance si trovano dall’altra parte, e ogni giorno tentano di dare maggior visibilità alla propria pagina. La domanda che ci si pone, in poche parole, è la seguente:

Come far sì che un sito Internet compaia tra i primi risultati di una ricerca?

Mentre in passato quasi chiunque poteva imparare a fare SEO, oggigiorno sta diventando sempre più difficile: proprio per questa ragione negli ultimi tempi sono proliferati strumenti che si occupano di analisi dei competitor, primo tra tutti SEOZoom. Prima Seo Suite italiana, SEOZoom è uno strumento sempre più utile per chiunque abbia a che fare con il SEO, dato che nasce con lo scopo di aiutare chiunque possieda un sito web ad aumentare la propria visibilità.

SEOZoom: la prima Seo Suite italiana

E’ sufficiente aprire il manuale del software per averne ben chiari gli scopi: SEOZoom è strutturato per rispondere alle esigenze di tutte le figure professionali che si occupano di web marketing, direttamente o indirettamente.

Il software, dalla gestione molto intuitiva e dunque utilizzabile da chiunque, permette di avere un controllo totale sul proprio SEO. Svolge infatti molteplici funzioni, tutte con l’obiettivo finale di dare maggiore visibilità alle pagine web: analizza le keywords, aiuta a capire le azioni della concorrenza e a sfruttarne i gap, permette di creare progetti specifici per il proprio sito, monitora l’andamento del ranking…

Come funziona SEOZoom?

Diversi sono gli strumenti di analisi di cui il software dispone. In primo luogo, compie l’analisi dei domini, a partire da una lista senza limitazioni. Di questi ultimi si monitora l’andamento, insieme al traffico mensile e alle keyword totali. Inoltre, attraverso SEOZoom si può monitorare il proprio sito web, sia a livello di andamento generale, che di variazioni trimestrali. E’ anche possibile verificare il traffico stimato e addirittura tenere sotto controllo i social sign provenienti dai principali social network. Non da ultimo, è possibile verificare il posizionamento dei principali domini e keywords, in una classifica di massimo 30 dei primi e 100 delle seconde.

Vediamo nel dettaglio qualche strumento di analisi di SEOZoom

  • Come analizzare le keyword: SEOZoom permette di portare avanti un’accurata analisi delle keyword, includendone più di venti milioni. Attraverso l’apposita barra di ricerca, si possono analizzare keyword senza limiti, scoprendone il volume di ricerca e anche le pagine indicizzate. In aggiunta, è possibile monitorare l’andamento di tali parole chiave (e di quelle correlate) in SERP. Inserendo una keyword nella barra di ricerca del software, infatti, appaiono vari risultati: keyword difficulty e keyword opportunity, oltre al volume totale di ricerca, le pagine indicizzate e addirittura la stagionalità della ricerca stessa;
  • Come rilevare gli errori in pagina: uno strumento di SEOZoom utilissimo per chiunque si occupi di SEO, è SEO Audit, una sottocategoria della sezione Progetti che analizza cinquecento pagine del sito in oggetto per mostrare gli errori presenti e il relativo SEO score (meno errori ci sono, più questo indice sarà elevato). Sono svariati gli errori che SEO Audit può identificare: URL sbagliati, pagine con problemi di scannerizzazione, descrizioni duplicate e così via. In tutti questi casi, gli errori vanno corretti il prima possibile, per ridurre l’insorgere di problematiche durante la scansione dei motori di ricerca (e dunque aumentare la visibilità del sito);
  • Analisi dei contenuti: SEOZoom è in grado di analizzare i contenuti della pagina per capire come incrementare il suo Crawl Budget, un valore assegnato da Google al sito, tanto più elevato quante più volte è scansionato dal motore di ricerca (che dunque considera i contenuti sul sito informativi e utili). Esistono alcuni meccanismi per aumentare il Crawl Budget di un sito internet, come ad esempio aggiornarlo di frequente o aumentarne la velocità. Insomma, esistono metodi per comprendere se a Google “piaccia” la pagina in questione, oppure per far sì che gli “piaccia” di più (e dunque ne aumenti le scansioni);
  • L’analisi di concorrenza: fondamentali in questo ambito sono i tools del software Dominio Vs Dominio, URL vs URL e Competitor lista keyword. Attraverso di essi, il traffico del nostro sito viene paragonato a quello dei competitor: tramite la funzione Dominio contro Dominio è possibile comparare due o tre siti web, scoprendone il volume stimato mensile e il potenziale; un grafico permette anche di visualizzare in modo immediato l’andamento del traffico dei due domini nel tempo. Attraverso lo strumento URL vs URL si può invece analizzare una singola pagina di ogni dominio. I risultati che si ottengono in questo caso sono il traffico dei due URL e le keyword rilevanti per il loro ranking. Inoltre, la voce competizione sui social network permette di analizzare i segnali social dei due URL che si stanno confrontando. Ultima ma non meno importante, troviamo la competizione su lista di keywords, che consente di analizzare una lista di parole chiave e i principali siti che ne hanno fatto uso. La funzione verifica anche i siti più presenti per tutte le parole chiave inserite, mostrandone le relative posizioni;
  • Linkbuilding: un’area specifica del software si occupa di trovare anchor text, attraverso gli strumenti “Trova Link Partner” e “Trova partner Settore”. Utilizzandola, si riceve notifica di quali siano i siti più adeguati per acquisire link. In poche parole, l’Anchor Strategy si occupa di individuare in un sito web le parole chiave (e i relativi URL) che possono avere un grande potenziale qualora venissero linkate. Basta scrivere il dominio di riferimento per avviare il tool e trovare le parole chiave utili (e i rispettivi URL).

SEOZoom, strumenti per i copywriter

SEOZoom dispone anche di funzionalità utili ai copywriter; due in particolare, Strumenti Editoriali e Keyword Research, possono rivelarsi davvero utili per le redazioni in generale. Permettono infatti di ottimizzare la struttura dell’articolo, ricevere e migliorarne il punteggio SEO e scegliere al meglio la keyword principale. Keyword Search Intent, per esempio, analizza diverse keyword e identifica quelle reputate migliori da internet, raggruppando anche i termini affini secondo varie modalità.

Quanto costa SEOZoom? Prezzi e coupon gratis per provarlo

Vi sono diversi abbonamenti, divisi per categorie di utenti e prezzi. Il software dispone infatti di un primo piano base molto accessibile, il piano Student, con un costo di 29€ al mese circa. Pur essendo già di per sé sostanzioso (include 3000 ricerche al giorno, con 6000 risultati per ricerca), vi sono anche piani più forniti: il piano Startup per esempio ha un costo di 49€ al mese; il Piano Agency 119€, e infine il piano Corporate 449€.

E’ però possibile accedere alla versione di prova gratuita per 15 giorni, attraverso questo coupon SEOZoom gratis MEDIABUZZ15.

SEOZoom Academy

Interessante è poi quella che è stata battezzata SEOZoom Academy: attraverso una serie di webinar (seminari interattivi tenuti in rete), viene offerta un’opportunità di apprendimento one-to-one per imparare a gestire SEOZoom e a scoprirne tutte le opportunità. I percorsi possibili sono due, uno per professionisti e uno per formatori; al termine vengono rilasciate certificazioni apposite.

Insomma, SEOZoom è uno strumento utile per chiunque abbia a che fare con il SEO, che si tratti di liberi professionisti con il proprio sito web, Startup o copywriter.


FONTI: