Dal 4 aprile al 4 giugno 2019 presso la Galleria Deodato Arte, arriva Milan is beautiful, la prima mostra personale in Italia di Mr. Brainwash, uno degli street artist più famosi a livello mondiale. L’esposizione ricostruisce la carriera attraverso più di 100 opere selezionate, raccontandoci l’affascinante percorso dell’artista.

Chi è Mr. Brainwash?

Mr. Brainwash è il nome d’arte di Thierry Guetta: d’origine francese, oggi vive a Los Angeles; è apparso nel mondo della street art attorno al 2000 come videografo amatoriale. Osservando le sue opere si rilevano subito somiglianze evidenti con numerosi artisti di strada affermati, tra cui il famosissimo Banksy. È stato proprio quest’ultimo a notarlo: la carriera di Mr. Brainwash ha infatti imboccato una grossa svolta nel 2010 proprio per la partecipazione al noto documentario di Banksy Exit Through the Gift Shop, candidato all’Oscar. A causa di questo stretto legame, molti si sono chiesti se lo street artist non sia solo un prodotto dello stesso Banksy, un’opera d’arte, o uno dei suoi cosiddetti scherzi artistici. In un’intervista gli viene chiesto se ricatterebbe Banksy, essendo uno dei pochissimi che ha visto il volto dell’artista:

Se avessi voluto svelare chi è lo avrei potuto fare molto prima, e non l’ho fatto. A me i soldi non interessano, è più importante il rispetto delle persone. Io lo rispetto.

Quando invece gli si chiede perché ha scelto questo nome d’arte, risponde:

Quando guardi la TV, quando acquisti vestiti, quando vai in un bar o in un club o quando fai qualunque cosa, come ci arrivi? È tutto un lavaggio del cervello, per cui io prendevo qualsiasi tipo di marchio e lo distorcevo… non potevo usare il mio nome quando ho iniziato a fare street art, quindi mi sono ricordato di Mr. Brainwash e ho deciso di utilizzarlo.

Anche la firma ai suoi lavori originali è davvero particolare: oltre alla firma vera e propria, le opere includono l’impronta digitale del suo pollice, una sequenza numerica specifica di una banconota in dollari e, su alcune opere, anche il suo mantra Life is Beautiful (La vita è bella). Alcuni gli hanno domandato se questo non dimostri un disinteresse verso la dimensione politica della street art, in netto contrasto con le opere del collega e amico Banksy:

Non voglio prendere una parte, voglio restare neutrale, il mio messaggio è più universale: life is beautiful, love is the answer, follow your dream. Bisogna cercare di fare del bene nella vita agli altri e a noi stessi, il successo non è avere successo ma migliorarsi, sbagliare a volte, ma fare.

La mostra

Ed è proprio dal suo motto che deriva il titolo della prima mostra italiana: Milan is beautiful. Esposte troveremo tele, sculture, installazioni monumentali, bombolette spray e specchi luminosi, che invadono letteralmente ogni spazio. Lo stile pop e quello street si incontrano, combinandosi perfettamente; chiari i riferimenti ad Andy Warhol e Keith Haring, ai supereroi dei fumetti e ai classici della Disney.

Il percorso espositivo si sviluppa nelle tre sedi della Galleria Deodato Arte nel cuore di Milano: via Santa Marta 6, via San Maurilio 18, via Nerino 2. Degna d’attenzione la serie dei Wall, costituita da pezzi realizzati su pannelli di vetroresina, legno e cartelli stradali, per creare l’illusione di guardare un vero e proprio muro di mattoni graffittato. La serie dei Neon invece è stata prodotta su tele o pannelli, con parti illuminate tramite neon sagomati. L’opera You Make Me Feel Extraordinary è realizzata su uno specchio incorniciato con titolo illuminato da un neon fucsia. Per la prima volta in Italia troveremo anche un’opera della serie Broken Vinyl Records, dove l’artista ha ricreato l’inconfondibile profilo di Billie Holiday, utilizzando solo parti di vinili d’epoca spezzati. Ovviamente ci sarà anche la nota serie Life is beautiful: nella versione Hard Candy, caratterizzata da colori metallizzati, e in una speciale Splash Edition, che è stata presentata dalla Galleria Deodato Arte in esclusiva per l’Europa, in limited edition.

The expert was once a beginner, Mr. Brainwash, neon.

Infine, per omaggiare il nostro Paese e le sue città, l’artista ha creato delle opere inedite, appositamente pensate per la primissima mostra in Italia. Mr. Brainwash ha infatti trasformato in un’opera d’arte un’iconica e originale Vespa Piaggio del 1959, personalizzandola con stencil, vernice spray e collage. Inoltre due nuove serigrafie su carta in limited edition rappresentano rispettivamente la Vespa customizzata dall’artista e il tram, immagine simbolo di Milano. Imperdibili infine le famose bombolette spray, dipinte come la Campbell’s Soup di Warhol e per l’occasione personalizzate con il nome delle principali città italiane, in tiratura limitata mondiale.

La mostra è visitabile a ingresso libero nei seguenti orari: 10.30-14.00 e 15.00-19.00, dal martedì al sabato.