Nessun presentatore a condurre la 91a edizione degli Academy Awards. A dicembre era stato annunciato ufficialmente Kevin Hart, comico e attore statunitense, come presentatore della notte più importante di Hollywood. Commenti ritenuti omofobi pubblicati sulla pagina twitter dell’attore statunitense hanno portato a una sua immediata esclusione dall’incarico. Per la prima volta dal 1989, la cerimonia degli Oscar non ha avuto alcun presentatore ufficiale, ma un susseguirsi di interventi vedenti protagonisti attori e personalità del mondo cinematografico.

A inaugurare lo spettacolo al Dolby Theatre di Los Angeles sono i Queen insieme ad Adam Lambert. Immancabile emozione durante questa celebrazione alla grande star Freddie Mercury, protagonista della serata grazie alle nomination del film che lo celebra: Bohemian Rhapsody (vincitore di ben 4 statuette tra cui il premio come Miglior attore protagonista a Rami Malek). Dopo ben 9 nominations al Miglior Film Straniero, il Messico trionfa agli Academy con il film dato per favorito Roma (vincitore anche della Miglior Fotografia e della Miglior Regia).

Trionfo di statuette per film antirazzisti e protagonisti di colore. Grande prova di un cambiamento effettivo registratosi negli ultimi anni degli Oscar, da sempre definiti “troppo bianchi” dalla comunità afroamericana. Grande sorpresa per la vittoria di Hannah Beachler per la Miglior Scenografia con Black Panther, prima afroamericana candidata e vincitrice della sua categoria. Primo film dell’universo Marvel a ottenere uno dei posti d’onore della serata: sette nomination per il Regno di Wakanda e tre vittorie. Doppia soddisfazione per il gruppo sussidiario della Walt Disney Company che ottiene il premio per il Miglior Film d’Animazione con Spider-Man: Into the Spider-Verse (primo Spider-man afroamericano della storia). Occasione perfetta per rendere omaggio a Stan Lee, recentemente scomparso, autore di questo enorme e fantastico universo di supereroi.

Standing ovation per l’esibizione di Lady Gaga e Bradley Cooper in Shallow, candidata e vincitrice come Miglior Canzone con il film A Star Is Born ottenendo l’unica statuetta della serata nonostante le cinque nomination. A trionfare, invece, come Miglior colonna sonora sarà, a discapito dei pronostici, Black Panther. A rubare la statuetta alla giovane cantante come Miglior attrice protagonista sarà Olivia Colman, con La Favorita: grande colpo di scena, ma possiamo definirlo più che meritato.

Spike Lee ottiene l’agognata statuetta come Miglior sceneggiatura non originale grazie al suo BlacKkKansman regalandoci un discorso profondamente politico (“do the right thing”), ma portatore di un importante messaggio contro la discriminazione razziale così come ha fatto la sua stessa opera cinematografica. Purtroppo per il regista questa sarà l’unica statuetta della serata perché sarà Alfonso Cuarón a conquistare la vittoria come Miglior regia.

Una sola statuetta per Se la strada potesse parlale (Miglior attrice non protagonista, Regina King), ma la più grande delusione viene assegnata a Vice: otto nomination, una vittoria. Green Book conquista due dei più importanti premi della serata: Miglior attore non protagonista, con Mahershala Ali, e il prestigioso Miglior film.

Si conclude un’edizione priva di comicità e di entusiasmo data l’assenza di un presentatore effettivo. Nonostante questo la serata funziona: una notte in difesa dell’identità, dei pari diritti e contro il razzismo ostentato, portati sul palco dai discorsi dei vincitori. Tra prevedibili assegnazioni e grandi sorprese anche la 91a edizione degli Academy Awards giunge al termine segnando un grande riscatto per la comunità afroamericana.

Ecco la lista dei vincitori degli Academy Awards 2019:

Miglior Film

Black Panther

Bohemian Rhapsody

La favorita

Roma

Green Book

A Star Is Born

Vice

BlacKkKlansman

 

Miglior attore protagonista

Christian Bale per Vice

Bradley Cooper per A Star Is Born

Viggo Mortensen per Green Book

Willem Dafoe per Van Gogh

Rami Malek per Bohemian Rhapsody

 

Miglior attrice protagonista

Olivia Colman per La favorita

Lady Gaga per A Star Is Born

Glenn Close per The Wife

Yalitza Aparicio per Roma

Melissa McCartney per Copia originale

 

Miglior regia

BlacKkKlansman

Cold War

La favorita

Roma

Vice

 

Miglior attore non protagonista

Mahershala Ali per Green Book

Adam Driver per BlacKkKlansman

Sam Elliott per A Star Is Born

Richard E. Grant per Copia originale

Sam Rockwell per Vice

 

Miglior attrice non protagonista

Amy Adams per Vice

Marina de Tavira  per Roma

Regina King per Se la strada potesse parlare

Emma Stone per La favorita

Rachel Weisz La favorita

 

Miglior film straniero

Capernaum

Cold War

Never Look Away

Roma

Shoplifters

 

Miglior cartone animato

Incredibles 2

Isle Of Dogs

Mirai

Ralph Breaks the Internet

Spider-Man: Into the Spider-Verse

 

Miglior cortometraggio di animazione

Animal Behaviour

Bao

Late Afternoon

One small step

Weekends

 

Miglior cortometraggio documentario

Black Sheep

End Game

Lifeboat

A Night At The Garder

Period. End of Sentence

 

Miglior sceneggiatura non originale

The Ballad Of Buster Scruggs

BlacKkKlansman

Can You Ever Forgive Me?

If Beale Street Could Talk

A Star Is Born

 

Miglior sceneggiatura originale

The Favourite

First Reformed

Green Book

Roma

Vice

 

Migliori costumi

The Ballad of Buster Scruggs

Black Panther 

The Favourite

Mary Poppins Returns 

Mary Queen of Scots

 

Miglior fotografia

Cold War

The Favourite

Never Look Away

Roma

A Star Is Born

 

Miglior trucco

Border

Mary Queen of Scots

Vice

 

Miglior scenografia

Black Panther

The Favourite

First Man

Mary Poppins Returns

Roma

 

Miglior montaggio

BlacKkKlansman

Bohemian Rhapsody

The Favourite

Green Book

Vice

 

Miglior documentario

Free Solo

Hale County

Minding the Gap

Of Fathers and Sons

RBG

 

Miglior effetti speciali

Avengers: Infinity War

Christopher Robin

First Man

Ready Player One

Solo: A Star Wars Story

 

Miglior montaggio sonoro

Black Panther

Bohemian Rhapsody

First Man

A Quiet Place

Roma

 

Miglior Sonoro

Black Panther

Bohemian Rhapsody

First Man

Roma

A Star Is Born

 

Miglior canzone

All The Stars, Black Panther

I’ll Fight, RBG

The Place Where Lost Things Go, MPR

Shallow, A Star Is Born

When A Cowboy Trades His Spurs for Wings, Buster Scruggs

 

Miglior colonna sonora

BlacKkKlansman

Black Panther

If Beale Street Could Talk

Isle of Dogs

Mary Poppins Returns

 


FONTI

ilpost.it

CREDITS

Copertina