16 novembre 2018

Cicatrici

Cicatrici

Cicatrici è il frutto di un’avventura intrapresa dai B.Livers, ragazzi affetti da gravi patologie croniche, e +LAB, laboratorio di stampa 3D del Politecnico di Milano. Insieme, in un percorso durato quasi un anno, hanno raccontato e scolpito le proprie cicatrici su due icone di bellezza: la Venere di Milo e il David di Michelangelo.

I ragazzi hanno così intrapreso un percorso introspettivo profondo ed hanno affrontato “un viaggio di emozioni e verifiche che tutti gli esseri umani possono fare per scoprire la propria meraviglia”. Ciascun artista si è messo a nudo, ha mostrato le proprie paure, le insicurezze e le proprie cicatrici. Cicatrici ha permesso ad ogni ragazzo di portare agli occhi di tutti la propria vulnerabilità e di renderla bellissima.

La Venere e il David, simboli universali di bellezza, nella mani di questi ragazzi sono diventati emblemi ancora più forti, ma allo stesso tempo unici.

“Tutti abbiamo almeno una cicatrice. Chi sul cuore, chi nel corpo, chi nell’anima”.

Questo progetto fa sì che ognuno possa mostrare la propria parte più segreta, che ognuno possa essere se stesso, senza nascondersi, ma anzi, esaltando le proprie fragilità. Cicatrici annulla ogni tipo di confine, ogni distanza, ci mostra e dimostra che possiamo essere noi stessi, senza vergognarci. La mostra sarà aperta al pubblico alla Triennale di Milano, dal 18 al 28 ottobre. Per l’intera durata i visitatori saranno accolti e accompagnati dai B.Livers. Per l’occasione, presso la mostra sarà disponibile anche un catalogo, realizzato in collaborazione con De Agostini Scuola, su cui hanno scritto Jankovic, Bolelli, Massimo Scaccabarozzi e tanti alti.

I B.Livers sono ragazzi che fanno parte di B.LIVE (bliveworld.org), progetto di Fondazione Near Onlus, che organizza attività e laboratori dedicati a ragazzi affetti da gravi patologie croniche (tumori, HIV, disturbi alimentari, malattie rare…) provenienti da diversi istituti ospedalieri del territorio. Attraverso visite in aziende, incontri con imprenditori e percorsi creativi, i ragazzi imparano il mestiere della vita e l’arte del fare. Producono gioielli, borse, bio-cosmesi, canzoni… Opere che danno loro il coraggio di continuare a vivere sperando e costruendo un futuro migliore. Tra le varie iniziative, B.LIVE ha creato un vero e proprio brand (Essere, Credere, Vivere) disegnato dai ragazzi. Il simbolo che li rappresenta è il Bullone, scelto per portare nel mondo il loro messaggio di forza, coesione e coraggio.

L’attività di +LAB, invece inizia a Novembre 2013. Da allora, Marinella Levi e i suoi ragazzi accolgono ogni giorno ingegneri, designer, ricercatori e makers, proponendo un approccio multidisciplinare alla stampa 3D dove ricerca, progettazione e didattica si fondono insieme per creare innovazione in ambito dei materiali e della tecnologia stessa. Al +LAB si studiano nuovi settori applicativi, con particolare attenzione alle implicazioni sociali e ambientali. +LAB è propenso all’innovazione e al cambiamento e per questo mette a disposizione le sue variegate competenze per seguire i veloci sviluppi tecnologici e le accelerazioni di conoscenza in atto nel settore della stampa 3D, più che mai in questo particolare momento storico.

 

 

“Cicatrici porta con sé la potenza di un gesto capace di coinvolgere tutti senza distinzioni e la forte volontà di diventare un progetto partecipato, virale, capace di muovere pensieri ed emozioni (facendoci chiedere: e io, che statua sarei?)”

Stefano Boeri

Quando: dal 18 al 28 ottobre

Orari: dalle 10.30 alle 20.30

Chiuso il lunedì

Ingresso gratuito

Dove: Triennale di Milano, Viale Alemagna 6, Milano


CREDITS
Immagini © B.LIVE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.