14 novembre 2018

Jane Austen, scrittrice della reggenza

Jane Austen, scrittrice della reggenza

Il 28 gennaio 1813 viene pubblicato, anonimo, uno dei più grandi successi letterari della storia inglese: Orgoglio e pregiudizio. Ma chi era la donna che si nascondeva dietro la dicitura ‘by a lady’ che compariva sul frontespizio del libro?

Questa donna era Jane Austen e il suo mestiere era quello di scrivere.  Austen è considerata una delle migliori scrittrici della storia inglese e, a circa duecento anni dalla pubblicazione, i suoi testi sono ancora presenti nelle classifiche dei libri più venduti e più letti.

L’autrice, figlia di un pastore anglicano che incoraggiò molto i suoi studi e interessi culturali, nacque nello Hampshire il 16 dicembre 1775. Trascorse gli anni dell’infanzia nel suo paese natale per poi spostarsi, durante l’adolescenza, in varie città britanniche come Oxford e Southampton, insieme alla sorella Cassandra, per poter approfondire gli studi. Negli anni novanta del Settecento la Austen redasse le sue opere giovanili, note al pubblico con il nome di Juvenilia.  È proprio in questo periodo che inizia a definire i caratteri di molte fra quelle che diventeranno le sue opere più famose e, nel 1796, redige la prima stesura del suo romanzo più conosciuto: Prime impressioni, che diventerà poi Orgoglio e pregiudizio.

Nel 1801, la famiglia Austen si trasferì a Bath; è proprio in questa città che, nel 1805, morì il padre di Jane lasciando la moglie e le due figlie nubili in precarie condizioni finanziarie. In seguito alla morte del capofamiglia, le tre donne si trasferirono prima a Southampton, poi a Chawton, dove un fratello di Jane aveva fatto fortuna. Nel villaggio l’autrice trascorse gli ultimi anni della sua vita scrivendo romanzi come Emma e Persuasione, che verrà pubblicato postumo; scoprì anche di essere malata, probabilmente di morbo di Addison.

Nella tarda primavera del 1817, Jane Austen si recò a Winchester con la sorella, in cerca di una cura alla propria malattia. Morì durante il soggiorno nella città, il 18 luglio 1817.

La caratteristica più apprezzata della scrittura e dello stile della Austen è sicuramente la spiccata capacità dell’autrice di cogliere tutti gli aspetti della vita sociale dell’epoca della reggenza e di riportarli con una sottile e tagliente ironia. Tale forza è determinata dal fatto che la scrittrice parla esclusivamente di ciò che conosce e che vive nella sua vita quotidiana.

La prospettiva, di primo acchito, potrebbe sembrare limitante, ma in realtà non è così. Rappresentando la vita delle donne inglesi della upper class di inizio Ottocento, Austen delinea uno spaccato della figura femminile in casa e in società, con tutti i suoi limiti e le sue capacità, fornendo un’importante spunto di riflessione sia per i contemporanei dell’autrice, sia per i lettori di oggi.


FONTI

Jane Austen si racconta; Giuseppe Ierolli; 2013

www.biografieonline.it

www.janeausten.it

CREDITS

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.