La letteratura può prendere una piega diversa, innovativa e squisitamente irreale quando si concentra in particolar modo sul mondo che ci circonda. La saggistica, quindi, non è solo il genere della divulgazione, della scienza, ma è anche il genere delle riflessioni, della filosofia, insegna ed apre gli occhi su molte realtà troppo ai margini delle nostre esperienze per essere davvero notate ed apprezzate.

L' uomo che scambiò sua moglie per un cappello è un libro di Oliver Sacks pubblicato da Adelphi nella collana Gli Adelphi: acquista su IBS a 9.35€!

Nel 1985 il medico e docente universitario di neurologia e psichiatria Oliver Sacks pubblicò un saggio diventato famosissimo “L’uomo che scambiò sua moglie per un cappello”. All’interno di questo libro, l’autore riportava le proprie esperienze lavorative a contatto con pazienti particolari, in particolar modo con persone che soffrivano di lesioni encefaliche e con le ripercussioni fisiche e psicologiche che queste lesioni portavano al paziente.

Il libro, facile da leggere anche per chi non è avvezzo al genere, è caratterizzato da uno stile completo, da una scrittura umana e umoristica, ma non per questo meno scientifica o rigorosa. Il contatto che Sacks aveva con questi pazienti ha prodotto dei singoli racconti estremamente bizzarri, ma anche e soprattutto ha riportato in luce meccanismi della corporeità e della psiche che fin troppo spesso vengono dati per scontati e che invece operano la maggior parte del tempo incessantemente e con grande laboriosità all’interno del nostro corpo. Il saggio è articolato in quattro sezioni che raggruppano molti tipi diversi di casi clinici, accomunati tra di loro dalladisfunzione primaria che li ha generati.

Nella prima sezione, Sacks si sofferma sulle sindromi neurologiche derivate da deficit funzioni – siano questi casi di agnosia, ovvero l’incapacità di riconoscere i volti, o la perdita della propricezione, cioè la capacità di percepire il proprio stesso corpo.

Oliver Sacks wrote about the strange doors that can close and open in our minds. The compassion and tenderness with which he describes the remarkable humans he examined should inspire every doctor. #scrittori #writers
Oliver Sacks

La seconda sezione, invece, raggruppa quelle patologie dove le lesioni neurologiche hanno
prodotto un’esagerazione della propria funzione: ad esempio la sindrome di Tourette o la riattivazione della sifilide che, a distanza di anni, porta una donna novantenne a ritrovare improvvisamente la propria energia e a vedere risvegliati i propri atteggiamenti più giovanili.

La terza parte del saggio riguardano le reminiscenze, ovvero le manifestazioni di patologie che portano un’intensa carica emotiva con sé, come la comparsa improvvisa dei testi delle canzoni della propria infanzia come conseguenza di un piccolo ictus.

L’ultima parte si sofferma, invece sui pazienti autistici che hanno un modo diverso di percepire e di intendere il mondo esterno, vivendo in un modo tutto loro, ma risultando per questo quasi più umani degli altri.