Dalla pelletteria all’abbigliamento per uomo, donna e bambino: ecco il percorso di Alviero Martini, cuneese classe 1950, e dei suoi brand 1ͣ Classe dall’inconfondibile e inconfondibile e iconica stampa della cartina geografica e ALV, che ricalca la vera essenza dello Stilista Viaggiatore utilizzando i timbri del passaporto come pattern.

La Alviero Martini S.p.A. nasce a Milano nel 1990 dopo una lunga e dura gavetta: ancora ragazzino, Martini inizia a lavorare come garzone in una bottega di sartoria e, dopo qualche anno si avvicina al teatro recitando e realizzando i costumi di scena, non lasciando mai da parte, però, altri mestieri creativi dal vetrinista, all’arredatore di interni, fino all’allestitore di set fotografici. È il 1987 quando Martini viene chiamato a Mosca per ristrutturare l’ambasciata brasiliana e proprio in questa città, alla parete di una libreria, vede appesa una vecchia carta geografic che fa scattare in lui la scintilla dell’ormai celebre geophilosophy. Infatti chiamato nella capitale italiana per allestire una vetrina, sfrutta l’idea di incollare su una valigia proprio quella mappa creando un oggetto unico, che incuriosisce i passanti e li “invita” ad entrare nel negozio per chiedere chi sia il designer della valigia. Una valigia che, racconta Alviero Martini in un’intervista, non è altro che un vecchio e rotto ritrovamento del suo armadio sul quale non ha fatto altro che incollare la cartina geografica comprata a Mosca. L’idea pian piano si concretizza: Martini risponde che quella valigia verrà messa in commercio molto presto. Dopo numerose stamperie visitate e numerosi “no” ricevuti, lo stilista riesce a portare avanti il suo progetto, nato quasi per caso ma che presto raggiunge il successo mondiale, permettendogli di ottenere il titolo di Style Maker e Stilista Viaggiatore per aver rivoluzionato il concetto di viaggio.

Da qui in poi la strada è ormai spianata: Martini inizia ad aprire store in tutto il mondo, portando la sua arte e la sua creatività a New York, Honolulu, Hong Kong, Singapore e finalmente, nel 1995 apre il primo flagship a Milano. Grazie alla sua filosofia “lo stile non ha confini”, che incarna perfettamente l’ormai famoso pattern, Alviero Martini riceve il premio Times for Peace alla Carnegie Hall di New York. La sua attività di disegnatore e ideatore prosegue nel corso degli anni tanto che, oltre alle continue aperture di boutique in tutto il mondo, nel 2005 crea un nuovo brand: ALV. Dal pattern beige di 1ͣ Classe che riproduce la sbiadita cartina geografica, si passa ai colorati timbri del passaporto: infatti il nome-acronimo della nuova linea, oltre a riecheggiare il nome dello stilista, sta per Andare Lontano Viaggiando. Ma anche per il motto “Amo La Vita” che, come suggerisce Martini, strizza l’occhio alle nuove strade di stile da poter battere.

FONTI:

Stile.it

Successo

Puntata 02 del Talk Show di Successo – Giacomo Catalani in conversazione con Alviero Martini

#assodigitale.it