05:14 pm
15 luglio 2018

“Sand Land” di Arkiyra Toriyama

“Sand Land” di Arkiyra Toriyama

Un universo dove, a causa della guerra, la Terra è stata prosciugata delle sue risorse, ed è ora una distesa desertica; un sovrano dispotico che vende l’acqua dell’unica fonte rimasta a caro prezzo; un essere umano che si unisce a dei demoni per scovare una misteriosa fonte, unica salvezza per la popolazione. Questa è l’ambientazione di Sand Land, manga di Akira Toriyama, celebre autore di Dragon Ball. La versione italiana esce due anni dopo la prima pubblicazione, avvenuta nel 2000, ed è raccolta in un unico volume composto da 14 episodi. Il manga presenta molti spunti di riflessione, sviluppati in una storia intrigante, ricca di umorismo e di colpi di scena.

I Protagonisti del Manga

Lo sceriffo Rao si reca alla presenza di Belzebubù, principe dei demoni, per chiedere aiuto a lui e ai suoi sottoposti: l’uomo sospetta infatti l’esistenza di una fonte segreta, fuori dal dominio reale, con cui vorrebbe combattere il monopolio regio dell’acqua, dai prezzi proibitivi. Gli stessi demoni ne hanno bisogno, in quanto creature delle tenebre ora sono costrette a vivere sotto il sole cocente del deserto. Così viene stretto il patto tra l’umano e il principe Belzebubù, che ha l’aspetto di un ragazzino dalla pelle rossa: insieme al suo tutore Shif, si unisce allo sceriffo nella ricerca della “fonte fantasma”.

La copertina dell’edizione italiana

Il viaggio porta all’inevitabile confronto tra le sue diverse “razze”, umana e demoniaca: il tema della crudeltà umana è sviluppato in maniera quasi ossimorica, perché sono gli stessi demoni a lamentarsi degli eccessi che l’uomo puó raggiungere in nome di potere e ricchezza; eppure “i cattivi” dovrebbero essere loro. Questo concetto viene ripetuto diverse volte, tanto che Belzebubù afferma che un demone non si spingerebbe mai fino a uccidere. Durante la storia, lui e il suo compagno si dimostrano, anzi, di grande generosità e bontà.

Seppure la guerra abbia causato la distruzione e desertificazione del suolo, l’uomo non ha cessato di combatterla. Ha anzi sfruttato la situazione per arricchirsi, costruendo un impero basato sul disagio causato dalla scarsità d’acqua. Pur di conservare questa fonte di arricchimento, sono stati commessi veri e propri crimini, che verranno scoperti e smascherati dai protagonisti.

Tra intriganti colpi di scena e i divertenti siparietti dei demoni, la storia si avvia verso la felice conclusione: grazie al personaggio dello sceriffo Rao vi è il recupero di un’umanitá positiva, che desidera espiare i propri errori e aiutare il prossimo. Il lieto fine non è per nulla scontato, e lascia intravedere una speranza nell’umanità: perché dove ci sono uomini crudeli e approfittatori, ce ne sono anche altri pronti a fare del bene e aiutarsi a vicenda.


FONTI
Akira Toriyama, Sand Land, Star Comics, 2002. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.