17 novembre 2018

Carne e ossa: dalla letteratura al piccolo schermo

Carne e ossa: dalla letteratura al piccolo schermo

Carne e ossa fa parte dei romanzi di Kathy Reichs che hanno ispirato la serie televisiva Bones (Ossa), insieme a-tra gli altri-SkeletonOssarioIl villaggio degli innocenti.

Kathy Reichs
L’autrice è antropologa forense e docente universitaria di antropologia.

Trama
Temperance Brennan è un’antropologa forense che sta tenendo un corso pratico di archeologia a Dewees, in South Carolina. Tra le tombe preistoriche dei nativi americani, viene alla luce un corpo che reca con sé un inquietante mistero: la morte risale a soli due anni prima, e lo scheletro presenta sottili incisioni lungo la colonna vertebrale. Quando un cadavere con gli stessi segni viene ritrovato penzolante da un albero e un altro affiora da un torrente, Tempe non ha più dubbi: non si tratta di un caso isolato o di una morte accidentale, ma di un vero e proprio serial killer. Tempe inizia allora a prendere parte alle indagini, desiderosa di dare un nome a quelle vittime tanto quanto di darne uno al carnefice che ha sottratto loro la vita.

Recensione
Carne e ossa, con il suo inizio in medias res e lo stile acuto e ironico, a volte piccante del puntuale e mai fuori luogo sarcasmo di Kathy Reichs, intrappola il lettore nella tela intricata della trama sin dalle primissime pagine. Le informazioni scientifiche e i lati tecnici delle indagini sono descritti minuziosamente, a volte forse anche troppo, e questo, in alcune parti del romanzo, allenta la tensione e rallenta lo scorrere della lettura che, complessivamente, rimane comunque abbastanza semplice e chiara.
Le maglie su cui è tessuta la trama dell’indagine si intrecciano ripetutamente con la vita privata della protagonista, e questo incontro trasversale è un grande punto di forza, tanto per i libri quanto per le serie TV dello stesso genere, e non solo. Il continuo andirivieni tra vita personale e vita professionale, infatti, è il pilastro di altre serie televisive che poco hanno a che fare con il mondo della criminologia: basti pensare, tra le altre, al celebre Grey’s Anatomy o agli avvocati di Suits, che ha visto il recente abbandono da parte della protagonista Meghan Markle, la neo-sposa del principe Henry.
In Carne e ossa i dettagli delle indagini sono minuziosi, consentendo allo stesso lettore di indagare con la protagonista procedendo tra le pagine come lei procede tra gli indizi, il che rende il romanzo avvincente e coinvolgente.
Il finale è forse un po’ soft, e qualcuno potrebbe vedere non rispettate le aspettative di un colpo di scena sbalorditivo.
Kathy Reichs, ad ogni modo, rispetta i canoni di un giallo DOC, e li impreziosisce con uno stile sagace e convincente.
Un romanzo assolutamente consigliato, quindi, agli amanti del genere.


 

FONTI

Kathy Reichs, Carne e ossa, Rizzoli, 2006

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.