Via i grandi occhialoni da sole – quelli a mascherina o a mosca, per intenderci – è ora di fare spazio ai “tiny sunglasses”Il nuovo trend di quest’anno sono gli occhiali da sole dalla circonferenza non piccola, di più. E, anche se non sono molto utili in termini di protezione dai raggi solari, stanno prendendo piede da qualche mese tra le celebrities e tra le ragazze appassionate di trend.

Ma come si è passati dalle lenti enormi alle lenti microscopiche?

Se prima l’accessorio indispensabile per ogni vip era un paio di occhiali più grandi possibili, come i Rayban Jackie Ohh, per proteggersi dagli scatti rubati dei paparazzi – basti pensare a Lindsay Lohan, Paris Hilton e alle gemelle Olsen nei primi anni 2000 – ora sembra accadere il contrario. Pare proprio che le vip vogliano trasmettere un effetto vedo-non-vedo con questi occhialini calati sul naso.

I tiny sunglasses non sono nient’altro che un mero accessorio, un “soprammobile” per il viso, non hanno utilità se non quella di dare un effetto un po’ ribelle e misterioso a chi li indossa per completare il proprio look o anche solo per scattarsi un selfie per Instagram. È proprio Instagram uno degli artefici di questo trend: dalla sua prima apparizione, le persone non vogliono più nascondersi da sguardi estranei ma vogliono mettersi in mostra.

Chi ha lanciato questa rivoluzione?

Al principio di tutto, però, troviamo Demna Gvasalia che, per la collezione s/s 2017, ha proposto dei piccoli occhialetti neri alla Matrix, seguito da Adam Selman e Anya Hindmarch. E subito i tiny sunglasses hanno ricevuto l’approvazione di vip e modelle come Kendall Jenner – che li ha proposti nella sua linea Kendall + KylieGigi – recente è la sua collezione di occhiali da sole dalle vibes anni ’90 – e Bella Hadid, la neo-quattordicenne Millie Bobby Brown e non per ultima Kim Kardashian, la quale ha ricevuto un’email dal marito Kanye West che la esortava a non indossare più occhiali da sole dal diametro eccessivo.

Le forme degli occhiali da sole sono tante e diverse: li troviamo rotondi alla John Lennon, rettangolari, squadrati e i più comuni cat eye. Tutti i modelli richiamano gli anni ’90, non lasciandoci nessun dubbio sul fatto che questi ultimi siano tornati alla ribalta. I più famosi sono gli occhiali del brand australiano Le Specs’ in collaborazione con Adam Selman, in particolare il modello cat eye The Last Lolita’e il modello rettangolare di Andy Wolf indossato da Rihanna, ormai copiato e ricopiato da altri brand (per maggiori informazioni, l’account instagram dedito ai copycat, @diet_prada, ha scritto un post proprio su questo caso).

Per chi volesse seguire questo trend, nessun problema: gli occhiali si possono trovare ovunque – sì, anche su Asos – e in tutte le salse, anche a prezzi bassi (rinunciando però alla qualità).