Secondo alcuni studi, la musica ha un effetto dopante. Infatti nel  2007, nella famosissima maratona di New York, gli organizzatori della gara hanno bandito l’utilizzo di dispositivi acustici, poiché creano dipendenza e favoriscono gli atleti che li utilizzano.

La musica come droga. Non è difficile pensarlo. Basta pensare al gesto. Ogni sostanza stupefacente si caratterizza per i gesti.

Quello della musica, come per ogni altra droga del resto, è quello che se ne vuole sempre di più. Pensiamo ad uno stereo. Quando funziona si tende sempre a portare il volume al massimo, perché non è mai abbastanza. In ogni luogo è presente almeno un impianto musicale, poiché non si può fare a meno di ascoltare o per lo meno sentire un piacevole sottofondo mentre facciamo qualcosa.

Ma da dove deriva l’ispirazione per alcune canzoni? Molti artisti traggono ispirazione durante l’esperienza sotto effetto di qualche sostanza. Basti pensare al Rap, i cui testi si basano sul consumo o lo spaccio di queste ultime. A tutto il movimento Hippie, in cui le idee si cantavano strafatti di LSD. Qui suggerite sono presenti canzoni ad alto contenuto di sostanze stupefacenti, di qualunque tipo, dall’eroina dei Velvet Underground alla marijuana di Bob Marley fino ad arrivare alla cocaina dei Red Hot Chili Peppers. Roba buona e di qualità, direttamente dallo spacciatore di fiducia della redazione. Musica come droga, che parla di droga, composta da drogati. Può bastare per ora. Buon Consumo!

  • Eric Clapton – Cocaine
  • The Velvet Underground & Nico – Heroin
  • Placebo – Meds
  • Marilyn Manson – Dope Show
  • Eminem – Must Be The Ganja
  • SangueMisto – Fattanza Blu
  • Clementino – Joint
  • The Beatles – Lucy in the Sky with Diamonds
  • Bob Marley – Smoke Two Joints
  • Microspasmi – Eh Sì
  • Black Sabbath – Sweet Leaf
  • RHCP – Give It Away
  • Ice Cube – Smoke Some Weed
  • Caparezza – Fuori Dal Tunnel
  • Greenday – Give Me Novacaine (Track Bonus)