03:36 am
24 settembre 2018

CLICHY: UNA DICHIARAZIONE D’AMORE A FORMA DI LIBRO

CLICHY: UNA DICHIARAZIONE D’AMORE A FORMA DI LIBRO

Amanti delle atmosfere francesi? I libri Clichy sono la risposta ai vostri desideri inespressi. Realtà giovanissima – fondata a Firenze nel 2012 –, Edizioni Clichy si distingue infatti nel panorama editoriale contemporaneo per la dichiarata francofilia: in catalogo, grande spazio è riservato agli autori francesi e un’intera collana propone il meglio della letteratura francese contemporanea.

Lupo&Lupetto, Nadine Brun-Cosme, Oliver Tallec, Edizioni Clichy, 2013.

Se la dichiarazione d’amore di Clichy alla Francia non fosse già abbastanza esplicita, ogni dubbio è fugato dai titoli assegnati alle collane, che richiamano alcuni dei luoghi più conosciuti e amati di Parigi. La già citata collana dedicata agli autori francesi del panorama contemporaneo è stata battezzata Gare du Nord, a sottolinearne l’identità frenetica e multiculturale; al suo interno storie, esseri umani, vite, colori, suoni, silenzi, tematiche forti, autori dal linguaggio inconfondibile, senza timore di assumere posizioni di rottura di fronte all’establishment culturale e sociale o di raccontare abissi, sperdimenti, discese ardite ma anche voli e flâneries.

Racconti di fantasmi, Daniel Defoe, Edizioni Clichy, 2016

Secondo la stessa logica, Carrousel è la collana di albi illustrati per bambini – e la piazza in cui si trova l’iconica piramide del Louvre, in cui un tempo trovava spazio una giostra a cavalli –, Rive Gauche quella che propone, in omaggio ai grandi della letteratura americana che negli anni ’20 popolavano lo scenario parigino, la narrativa e la saggistica di autori americani contemporanei o del passato, ma rimasti sconosciuti in Italia. In Père Lachaise sono inseriti i classici – perché Père Lachaise è sì un cimitero, ma soprattutto un luogo di celebrazione della memoria dei grandi del passato –, in Sorbonne le biografie di coloro che hanno cercato di cambiare il mondo con il loro pensiero e le loro parole, in Bastille i saggi di diffusione di ideali di giustizia, uguaglianza e fratellanza fra uomini.

Clichy non si fa mancare una collana dedicata al noir e al giallo: Quai des Orfèvres, che più che agli intrighi e alle indagini guarda all’animo umano e indaga la psicologia dei protagonisti. Anche quella che viene definita ‘varia’ trova il suo spazio nelle collane Clichy: Beaubourg è teatro delle pubblicazioni dedicate al mondo della danza, della musica, del cinema… Ultima, ma non per importanza, la collana Ro.Ro.Ro, che riporta in vita l’iniziativa della Rowohlt Verlag, che, al tempo del secondo conflitto mondiale, propose i grandi classici della letteratura stampati in rotativa su carta di giornale.

Per rendere l’esperienza di Clichy indipendente dalla produzione alla distribuzione, nel 2015, nella stessa Firenze, è nata anche una libreria indipendente legata alla casa editrice. La Libreria Clichy si ispira alle storiche librerie di Londra e Parigi, che facevano dell’accoglienza a tutti i tipi di pubblico il loro credo. Proprio per questa ragione, sugli scaffali trovano spazio i libri Clichy, ma anche narrativa e saggistica prodotte per altri tipi, senza disdegnare anche qualche titolo dal taglio più commerciale.

Una casa editrice in crescita e una libreria che lottano fianco a fianco nel duro mondo dell’editoria indipendente: la conferma che la professionalità e l’attenzione fissa su ciò che si vuole comunicare portano lontano.


CREDITS
Copertina by Lo Sbuffo
Immagine 1
Immagine 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.