18 novembre 2018

Tide Pods Challenge, la nuova folle sfida spopola negli USA

Tide Pods Challenge, la nuova folle sfida spopola negli USA

Dopo i selfie in cima a grattaceli o sui binari per immortalare gli istanti prima che passi il treno, spopola sul web e in America la Tide Pods Challenge. In cosa consiste questa sfida che ha sconvolto così tanto la popolazione?

Questa sfida consiste nel mangiare, masticare e ingoiare le capsule di detersivo per lavatrici. E’ una follia che come avverte la Consumer Product Safety Commission, con un appello riportato dalla Cbs, può essere fatale perché ingoiare o mangiare questi prodotti chimici è molto rischioso per la salute. Secondo l’American Association of Poison Control Centers ci sono stati 37 casi di intossicazione in due settimane. Lo scorso anno ci sono state 220 segnalazioni di cui solo il 25% sono riconducibili a questa pericolosa sfida.

Per dimostrare l’effettivo svolgimento di questa “prova di coraggio” i teenager si filmano e lo pubblicano su i propri profili social, incoraggiando e sfidando a loro volta i propri coetanei creando un effetto a catena molto rischioso. In questi video si possono vedere i ragazzi che ingoiano o masticano le capsule di detersivo fino a far uscire sapone. L’ingestione della capsula può portare a vomito, difficoltà respiratorie, perdita di coscienza e con i sintomi più gravi per le persone che sviluppano già altre patologie. E le conseguenze possono essere molto peggiori. Altre conseguenze oltre a quelle già citate possono essere: irritazione e dolore agli occhi, stanchezza. Nei casi più gravi si può attivare al coma, convulsioni e ustioni allo stomaco. Negli Stati Uniti sono riportati almeno 10 morti per aver ingerito le capsule, tra cui due bambini e otto anziani affetti da demenza. Proprio per questo alcuni consumatori hanno chiesto alle aziende di rendere le capsule meno attrattive per i bambini, quindi di rendere i colori meno brillanti.

Ritornando a questa challenge, la dirigente della Consumer Product Safety Commission Ann Marie Buerkle dichiara che “quello che è cominciato come un gioco ora si è spinto troppo oltre”, tanto da prendere dei seri provvedimenti da parte del Governo per stroncare questo fenomeno pericolosissimo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.