09:44 am
16 gennaio 2018

Deadpool 2: cosa possiamo aspettarci dal mercenario chiacchierone

Deadpool 2: cosa possiamo aspettarci dal mercenario chiacchierone

Voi ragazze penserete: – il mio ragazzo diceva che era un film di supereroi, ma quello vestito di rosso ha appena infilzato quel bestione come un f*****o kebab! –” –Deadpool

Quasi due anni fa sbarcava sul grande schermo uno degli anti-eroi più amati e odiati del popolo Marvel: il mercenario chiacchierone, il degenerato rigenerato, per gli amici Deadpool. Interpretato magistralmente da un irriverente quanto folle Ryan Reynolds, il personaggio ha certamente suscitato più critiche che acclamazioni. Dopotutto si tratta di uno dei soggetti più brutali, volgari e insulsi della storia del fumetto americano, ma forse sono proprio queste qualità a fargli ritagliare un posto speciale nel cuore di ogni lettore.
Col primo film, campione di incassi nelle prime settimane e vittima di numerose critiche sul lungo periodo, è stata senza dubbio sdoganata la componente violenta di Deadpool, che ora si prepara a ritornare più folle e creativo di prima.


Inoltre, sembra essere l’unico supereroe consapevole di essere un personaggio fittizio: sia nel film che nei fumetti, parla col suo pubblico, rompendo la quarta parete e creando un vero e proprio rapporto coi suoi fan. Nell’episodio “Deadpool uccide l’universo Marvel”, arriva persino nella sala in cui i suoi creatori lo disegnano e inventano le sue storie, finendo per massacrarli.
Molti dei fan infine affermano che “Deadpool ha sfondato talmente tante volte la quarta parete, che è diventato una persona reale“.

Ed è così. Ryan Reynolds, già reduce da una interpretazione assai discutibile di Deadpool in “X-Men Origins: Wolverine”, si è detto molto interessato a continuare il suo lavoro col costume di spandex rosso; essendo lui anche uno dei più attivi nell’ambito umanitario, parte dei suoi guadagni viene devoluta alla ricerca per le malattie terminali dell’infanzia.

In questi mesi abbiamo avuto modo di vedere foto dal set di Deadpool 2 e cover rappresentanti alcuni dei nuovi personaggi presenti nella pellicola. Tra i classici già visti incontreremo di nuovo Al, Weasel, Vanessa, il tassista Dopinder e Testata Mutante Negasonica. Tra i nuovi arrivi incontreremo Domino, una supereroina che spesso accompagna il mercenario nelle sue missioni. Scelta discutibile per i fan sembra essere il nuovo restyling del personaggio: anziché presentarci la Domino classica, coi capelli corvini e il volto bianco, il regista ha optato per una attrice afroamericana quasi priva di trucco. Le lamentele e le offese dal web non si sono fatte attendere: per i puristi (e specialmente per i neo-razzisti del genere) si tratta di un modo goffo per sdoganare altre etnie sul grande schermo. Critiche sterili provenienti da una audience altrettanto sterile.

Altro ospite d’onore del film sarà il grande Cable, lo “zio” di Deadpool, per così dire. Un super mutante-cyborg capace di muoversi liberamente nello spazio-tempo.
Ancora non è stato dichiarato il nome del o degli antagonisti, né se personaggi come Colosso saranno presenti o meno. Al momento dell’uscita del primo film, il regista affermò che per questioni di budget non era stato possibile portare più di un personaggio CGI sullo schermo; si presuppone che, alla luce degli incassi precedenti, il regista abbia preferito lesinare di meno sul suo budget per regalarci qualche personaggio in più.

Com’è che incontro solo voi due in tutta la scuola? Sembra quasi che il regista non abbia i soldi per mostrarci altri X-Men!” – Deadpool, riferendosi a Colosso e Negasonica

FONTI 

MoviePlayer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *