10:08 am
15 ottobre 2018

“Otto giorni di regali più un giorno di super regali”: il Chrismukkah di The O.C.

“Otto giorni di regali più un giorno di super regali”: il Chrismukkah di The O.C.

The O.C., popolare teen drama ambientato nella ricca Orange County, è una serie tv intramontabile nonostante una messa in onda relativamente breve, dal 2003 al 2007. Oltre a intrighi amorosi, tradimenti, scandali vari e altri problemi da famiglia ricca californiana, O.C. ci ha lasciato tra i ricordi una tradizione ormai parte della cultura pop: il Chrismukkah, la fusione tra il Natale cristiano e la festività ebraica di Hannukkah. Il Chrismukkah è l’invenzione di Seth Cohen, l’adorabile nerd tra i protagonisti della serie, per riunire le tradizioni del padre Sandy, avvocato ebreo cresciuto nel Bronx, e la madre Kirsten, da lui definita Waspy McWasp, l’americana bianca protestante per eccellenza (White Anglo-Saxon Protestant).

Il neologismo di Seth appare per la prima volta nel tredicesimo episodio della prima stagione, The Best Chrismukkah ever (in italiano La festa di tutti). Mentre i genitori sono impegnati a sistemare l’albero di Natale, Seth spiega all’amico Ryan la sua idea:  “la più grande mitica super festa che il genere umano conosca”, che unisce il meglio della cristianità al meglio del giudaismo, con “otto giorni regali più un giorno di super regali”. L’elegante salotto di casa Cohen è addobbato infatti con simboli di due tradizioni religiose e il candelabro ebraico sta accanto alle calze personalizzate e all’albero di Natale. Perché se per papà Sandy Natale era solo un giorno festivo in più, per mamma Kirsten non potevano mancare albero e decorazioni.

La festa di Seth, che fa da sfondo anche agli episodi natalizi delle stagioni successive, non è ovviamente una trovata degli sceneggiatori di O.C. Invenzione della serie è solo il termine usato per designare un modo di celebrare già in uso in molte famiglie “miste”.

Ma cos’è Hannukkah? Chiamata anche Festa delle Luci o Festa dei Lumi, si tiene ogni anno nel mese di dicembre (tra kislev e tevet nel calendario ebraico) e commemora la costruzione di un nuovo altare nel tempio di Gerusalemme in seguito alla liberazione dagli assiro-ellenici, che intendevano impedire la pratica della Torah al popolo ebraico.

Hannukkah si tiene per nove giorni e prevede, tra le altre cose, l’accensione dei lumi di un candelabro a nove braccia, la menorah mostrata da Seth a Ryan nell’episodio The Best Chrismukkah Ever.

In realtà fino al XX secolo si trattava di una festa minore. Con la diffusione del Natale come festa della collettività cristiana nel mondo e come occasione di riunione familiare, Hannukkah è diventata simbolo di identità del popolo ebraico e della vittoria della luce contro l’oscurità. Oggi presso numerose comunità ebraiche nel mondo è celebrata in maniera pubblica, con raduni e accensione di candele nelle piazze.

E nelle tante famiglie miste come quella dei Cohen la celebrazione di Hannukkah è integrata alle festività natalizie nello spirito di condivisione familiare e tolleranza religiosa. Ci voleva un’amata serie tv americana a dare un nome a questa tradizione e a renderla più conosciuta e popolare.

 

FONTI

Visione diretta

Wikipedia

CREDITS

Bustle

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.