12:15 am
12 dicembre 2017

L’invasione in rosa di Margarina @ Milano

Al Goganga di Milano adunata “in rosa”

Grazie al team tutto al femminile di Margarina, giovani musicisti ed una selezione di espositori hanno invaso il Goganga. Il progetto Margarina, capitanato da Silvia di Gregorio, arriva direttamente da Roma e, dopo un anno di attività e successi nella capitale, ha raggiunto Milano.

MARGOSANDA

MARGO SANDA, Foto di Eleonora Boscolo

ICARO_CADE

ICARO CADE, foto di Eleonora Boscolo

 

Il locale è stato diviso in due parti, una dedicata alla musica, l’altra agli espositori. Sul palco, sin dal primo pomeriggio, si sono alternati Zialollo, FRITZI, Reverie, Ninie e Margo Sanda. Menzione particolare a Margo Sanda che ha prodotto “in casa”  il suo album. Tra un’improvvisazione e l’altra, ed è riuscita a creare un piccolo gioiellino che è “Delay”, con cui ha esordito lo scorso 17 novembre.

A seguire, la giovane cantautrice modenese Icaro Cade in un set acustico con (doppia) chitarra e voce. Verso sera il palco, invece, è stato occupato da  • SARA FOU • , grintosa e rock, ben lontana dall’atmosfera precedente. Infine, si sono esibiti gli Slowtide, band composta da cinque membri, che con sonorità simili ai celebri the XX o Of Monsters and Man, ci trasportano in un mondo ancora diverso, fatto di dolcezza e sogni. La serata prosegue poi con due dj set, il primo di Fede Sardo seguito dalle Margarina Girlz.

Nella sala accanto, indisturbati, stanno invece gli espositori selezionati da Cortile68, Troviamo tra questi TUTTE Collective, collettivo femminile dedicato all’illustrazione, ma anche Lahar Magazine, che è tecnicamente una posterzine autoprodotta, ma in pratica è un foglio formato A6 che una volta aperto si rivela un poster coloratissimo e ricco di articoli assolutamente non banali.

TUTTE_COLLECTIVE

tutte collective, foto di Eleonora Boscolo

Esposte troviamo anche, tra lucine e appendiabiti, le foto di Eleonora Boscolo che ritraggono giovani sperduti e concerti. Mimatic , invece, trasforma fiori (veri!) in gioielli, GretaPins a lato, propone una colorata ed originale varietà di spille. Infine vi segnalo “A Queer Culture Illustrated Guide” una sorta di bigino illustrato della sessualità, che può essere un piccolo aiuto simpatico e irriverente per chi, volente o nolente, ancora oggi non riesce a usare le parole “giuste”.

Un grande in bocca al lupo, quindi, a tutti questi artisti emergenti ed un grazie ai collettivi come Margarina che, fortunatamente, gli danno il giusto spazio e se ne prendono cura promuovendo le loro esibizioni ed esposizioni.

SLOWTIDE_MICHELE_ROSSETTI

Slowtide, il cantante Michele Rossetti, foto di Eleonora Boscolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *