10:36 pm
12 dicembre 2017

PauBoys, a caccia di cantanti per combattere la violenza sulle donne

PauBoys, a caccia di cantanti per combattere la violenza sulle donne

Milano. Due ragazzi si aggirano in macchina per la città. Muniti di microfono, sono pronti ad affiancare le macchine dei cantanti, abbassare il finestrino e attirare la loro attenzione cantando a squarciagola i loro brani. Semplici fans? Di più, sono i PauBoys.

Andrea e Francesco sono due ragazzi che hanno in comune la passione per Laura Pausini (da qui la scelta del nome), ma non solo quella. Entrambi infatti sostengono attraverso un divertente progetto White Matilda, associazione che si occupa di assistenza a favore di donne maltrattate o vittime di stalking.

Il progetto consiste nel raccogliere dai vip degli oggetti o delle esperienze da mettere all’asta, il cui ricavato sarà interamente devoluto all’associazione. I PauBoys non si limitano a comunicare l’oggetto finale dell’asta, ma coinvolgono i followers in tutte le fasi che ne precedono l’acquisizione, documentando con dei video gli inseguimenti che spesso si instaurano e il momento stesso della donazione.

Le modalità di approccio sono particolari, soprattutto se si tratta di cantanti. In questo caso infatti i PauBoys, armati di microfono, affiancano la loro auto a quella dell’artista, spesso approfittando del rosso di un semaforo, e cominciano a cantare a squarciagola una sua canzone per attirarne l’attenzione. Una volta instaurato un primo contatto fanno in modo di spiegargli l’iniziativa e a seconda delle situazioni ottengono il cimelio, attraverso il finestrino una volta scattato il verde o con più calma accostando ad un marciapiede.

I vip coinvolti

I vip coinvolti fino ad oggi sono stati molti. A cominciare da Laura Pausini, madrina della coppia, a cui i PauBoys sperano di poter un giorno intitolare una casa di prima accoglienza, fino ad arrivare a grandi nomi internazionali come Adele. E’ stato proprio per promuovere l’asta dei biglietti del concerto di Londra della cantante inglese che i PauBoys hanno ordito una delle imprese più eclatanti e famose. Con l’aiuto di una sosia hanno generato il panico per Milano, dove in centinaia, credendo si trattasse realmente di Adele, le hanno chiesto autografi, diffondendo video e fotografie. La notizia è diventata virale, facendo battere all’asta il disco 25 autografato, questa volta dalla reale Adele, a un valore di 550€ e due biglietti per il concerto di Londra a 350€.

Le cifre raccolte sono anche maggiori, basti pensare che grazie all’album Divide autografato da Ed Sheeran sono stati raccolti 400€, per non parlare dei 900€ raccolti con il concerto di Fedez e J-Ax ad Assago il 14 aprile. Anche se la cifra più esorbitante è senza dubbio stata quella spesa per un caffè con Chiara Ferragni. In quel caso il benefattore ha infatti devoluto all’associazione ben 5700€.

Le ultime conquiste dei PauBoys, all’asta su Charitystars, sono state, tra le altre, i dischi Sex and love e Made in Italy, autografati rispettivamente da Enrique Iglesias e Ligabue. Per i più sportivi è invece possibile trovare un costume autografato da Federica Pellegrini e un paio di scarpe da calcio autografate da David Beckham, insomma ce n’è per tutti i gusti!

 


Credits:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *