03:09 am
25 novembre 2017

Fotografia Costruttiva: la magia dell’immagine… e dei Lego!

Fotografia Costruttiva: la magia dell’immagine… e dei Lego!

Lego. Chi di noi non ha mai amato quei mattoncini colorati che si combinano a formare mille cose diverse con il solo limite della nostra fantasia? Quest’anno i Lego ci dimostrano ancora la loro forza di sapersi sempre rinnovare grazie ai protagonisti della FoToGrAfIa CoStRuTtIvA, i quali hanno trovato un modo per unire la loro passione per i Lego e quella per la fotografia, dando vita ad un gruppo Facebook che oggi conta più di 2200 membri!

Li abbiamo scoperti a Dia Sotto le Stelle, il Festival Internazionale di Fotografia e Arti Multimediali che si è svolto quest’anno il 27-28 ottobre al MalpensaFiere di Busto Arsizio, e che è considerato uno degli eventi foto-culturali più importanti d’Europa. Qui abbiamo visto alcuni lavori dei protagonisti di Fotografia Costruttiva, lavori che colpiscono subito per la loro originalità e freschezza.

Esempio di fotografia costruttiva ambientata a Dia sotto le Stelle

Nato come un gioco, il gruppo di questi fotografi si è via via allargato, e finora ha partecipato a ben 5 mostre, ottenendo un largo consenso di pubblico. Leggiamo dal gruppo Fb:

“FoToGrAfIa CoStRuTtIvA è il Gruppo Facebook nato il 1 Gennaio 2017 da amici che hanno due forti passioni: la FOTOGRAFIA e i LEGO. Dal connubio di queste passioni si è deciso di creare un Gruppo al fine di condividere le nostre realizzazioni, le nostre idee, le nostre passioni e commentarle in amicizia.”

Esempio di Fotografia Costruttiva

Realtà e fantasia sono le componenti essenziali di questi lavori, in cui i pezzi dei Lego vengono inseriti in paesaggi/scene reali in un’unione senza stridori, in una naturalità che stupisce per la sua immediatezza: realtà e Lego si innestano alla perfezione l’uno nell’altro.

Ma ottenere questo connubio non è facile, e tutto dipende dalla bravura della persona che sta dietro la macchina fotografica: taglio, profondità… tutto deve essere curato al meglio per ottenere l’effetto di realismo ricercato.

Foto scattata a Dia sotto le Stelle

Lo scenario reale da cui si parte può essere molto vario: abbiamo monumenti, ma anche paesaggi naturali e urbani, e a volte perfino persone in carne e ossa possono rientrare nell’immagine, fungendo da contrappunto ai Lego in primo piano. Uno dei fotografi del gruppo ci ha rivelato che le fotografie non vengono pensate in anticipo, ma nascono dall’occasione: lui infatti esce di casa con i Lego nello zaino, partendo alla ricerca di una nuova inquadratura, una nuova scena, un nuovo paesaggio che lo colpiscano, selezionando di volta in volta i pezzi perfetti da inserire!

E voi? Siete anche voi degli appassionati di Fotografia e Lego? O semplicemente siete affascinati da queste fotografie così particolari? Bé, che aspettate allora? Iscrivetevi al gruppo!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *