06:13 pm
24 novembre 2017

Il sesso smart di i.Con targato British Condoms

Il sesso smart di i.Con targato British Condoms

È raro trovare accostati i termini tecnologia e preservativi. Un binomio del genere cosa può suggerire alla mente? Certamente nuove forme, materiali diversi, tecniche di produzione innovative. Di questo abbiamo già parlato, ma in questi casi la tecnologia si ferma sempre prima, al momento della progettazione e della produzione. Cosa succede quando entra davvero in un preservativo?

La risposta viene dall’Inghilterra, più precisamente dalla British Condoms, la società inglese online con la più vasta gamma di profilattici. È infatti iniziato il pre-order per il nuovo i.Con Smart Condom, ma, diversamente da quanto potrebbe suggerire il nome, non è un preservativo vero e proprio. Anche perché l’attuale costo è di 59,99 £ (poco meno di 70 €) e doverlo buttare via ogni volta sarebbe troppo dispendioso. Si tratta invece di un anello, di misura regolabile, da posizionare alla base del pene dopo aver indossato il vero profilattico, che in questo modo viene anche bloccato e non rischia di scivolare via.

E dove sta la tecnologia? I sensori di i.Con sono in grado di registrare tutti i dati e le informazioni relative ad un rapporto sessuale. Quindi durata del rapporto, numero delle spinte, frequenza, intensità, temperatura cutanea, calorie bruciate, posizioni assunte. Tutto. E una volta finito, i dati vengono trasmessi via Bluetooth ad un’apposita app per smartphone e possono quindi essere cancellati dall’anello. Questo, dopo essere stato lavato e caricato grazie ad una semplice porta micro USB, può essere riutilizzato per un numero illimitato di volte.

Il vantaggio di una tecnologia del genere sta nel continuo e costante monitoraggio della propria attività sessuale, così da cogliere immediatamente eventuali anomalie. Inoltre, tramite la app, è possibile condividere in maniera anonima i propri dati, confrontandoli anche con le statistiche elaborate grazie all’apporto dei vari utenti in tutto il mondo. British Condom ne assicura la comodità, essendo realizzato in gomma sintetica e fibra di carbonio e quindi molto leggero. Ma sarà comodo anche per il partner? Potrebbe essere fonte di una maggiore ansia da prestazione, visto che un eventuale flop sarebbe registrato e ne rimarrebbe sempre vivo il ricordo ogni volta che si apre la app? E soprattutto, nell’intimità di un rapporto, non sarà come avere un terzo incomodo? Ancora non è dato saperlo, occorre provarlo o al massimo attendere tutorial e recensioni online.

Fonti: British Condoms

Credits: Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *