Ottobre è il mese della Breast Cancer Awareness, ovvero della sensibilizzazione riguardo la tematica del cancro al seno. Come ogni anno, molti sono i nomi della moda e del lifestyle che prendono a cuore la causa, presentando prodotti o capsule collection in favore della raccolta fondi.

Un’advocate assoluta della prevenzione e della cura è sicuramente Stella McCartney che, per l’occasione, quest’anno ha pensato al completo intimo Ophelia Whistling, realizzato in pizzo giapponese “Poppy Pink”, in modo da coinvolgere tutte le donne a seguire uno stile di vita più sano ed equilibrato e come testimonial la “naturalista” Alicia Keys. La campagna supporterà il Linda McCartney Centre, fondato nel 2000 in onore della madre della designer. Sin dal 2014, la designer ha avuto il supporto di numerose altre celebrità (come Kate Moss Cara Delevigne) nel diffondere una filosofia più cosciente e soprattutto per convincere tutte le donne ad effettuare regolari check up.

Si uniscono alla lista anche grandi multinazionali come H&M e Accesorize o nomi come Tommy Hilfigher o Marc Jacobs. Una parte dei loro incassi viene devoluta alle associazioni che da anni si occupano di portare avanti la battaglia contro il tumore: una delle più importanti è l’inglese Fashion Targets Breast Cancer, fondata nel 1996 da Ralph Lauren, raccoglie ogni anno fondi in modo da finanziare la ricerca sulla cura e sulla prevenzione.

Anche designer emergenti dedicano linee o prodotti a questa causa. Ne è un esempio EVA, il reggiseno intelligente creato dal neo designer Julian Rios Cantu che, grazie a 200 biosensori riesce ad analizzare e monitorare il flusso sanguigno dei seni e così capire se vi è la possibilità di sviluppo per il cancro; oppure attraverso progetti di sostegno a donne sopravvissute allo stigma del cancro come la collezione “Valentia” presentata alla New York Fashion Week dalla stilista indiana Premal Badiani che consisteva in una vera e propria ode al corpo femminile, anche per chi ha affrontato un percorso difficile come quello di una malattia. La sua linea ha proprio l’intenzione di dare nuova forza a queste donne grazie a silhouette sexy e sinuose.

Di vitale importanza risulta essere l’informazione e la prevenzione delle malattie. Attraverso il suo impegno, il fashion system contribuisce a dare visibilità ad un fenomeno che ancora oggi causa numerossisime vittime. Solo in Italia, ogni giorno si scoprono più di 1000 casi tumorali, che riportano comunque una casistica positva: secondo i dati dell’AIRTUM (Associazione italiana registri tumori), il 63% delle donne è vivo a cinque anni dalla diagnosi.