12:01 am
17 ottobre 2017

LA PSICOLOGIA DEI COLORI NELLA MODA

LA PSICOLOGIA DEI COLORI NELLA MODA

Quando siamo davanti all’armadio cercando disperatamente un maglioncino da abbinare al nostro foulard per una giornata di nebbia, dovremmo pensare che anche nella moda la scelta di qualsiasi colore non è mai casuale. Questo dimostra perché molto spesso siamo portati ad associare immediatamente un colore ad una sensazione o una determinata circostanza. Nel corso degli anni, infatti, si è consolidata una psicologia definita attorno al mondo dei colori e dei vestiti.

La prima “signora della moda” che riuscì ad attribuire un radicato pensiero dietro ad un colore fu Chanel, inconfondibile e amatissima stilista che fece del suo tubino il classico indumento di stile ed eleganza unito a semplicità di forma e colore. È il nero, infatti, ad approdare sin dal secolo scorso nella moda come simbolo di unicità e classe in ogni occasione. Ma accanto a questo anche tutte le altre sfumature meravigliose dei nostri capi hanno tanto da dirci e non è frutto di casualità se in certe collezioni proposte da case di moda si creino identità durevoli legate ad un colore per la loro influenza emotiva. Se il bianco comunica immediato senso di purezza, pulizia, luce e perfezione, il giallo invece è un colore fortemente desiderato per la stagione estiva dove il sole riempie le nostre giornate, mentre il rosso evoca provocazione e passione assieme ad un coraggio lampante. Il rosa è da sempre simbolo di tenerezza e dolcezza, e il viola invece rimanda alla fantasia e al lusso; per non parlare invece del blu che ispira produttività e dinamicità (basti pensare al colore predominante sulle tute da ginnastica) e del verde che ci rimanda ad un mondo quasi selvaggio e in contatto con un ambiente vivo e rilassante.

Osservando l’evoluzione della psicologia del colore attorno alla moda, però, si può notare come la luminosità e la saturazione di un colore oggi siano gli elementi protagonisti di molti indumenti. I colori accesi rimandano infatti al preciso concetto di giovinezza e freschezza d’animo e tutto ciò che è brillante e salta all’occhio diventa “smart” e “in”. Così anche il tubino si immerge dentro a vasche di tonalità vistose e talvolta fluorescenti. Noti marchi di scarpe, addirittura, hanno avviato la produzione di modelli interamente mono-colore, dalle suole ai laccetti, e se la tinta è intensa va decisamente meglio.

Si assiste quindi ad un’ulteriore passo in avanti per l’industria della moda che direziona l’utilizzo quasi indistinto di qualsiasi colore vivo verso la diffusione del messaggio di una giovinezza sempre-verde che si sposa perfettamente anche con il concetto di classe e grazia.

Oggi più che mai, la moda di tutti i giorni vuole dimostrare dunque che nella scelta di un colore per qualsiasi capo d’abbigliamento esiste un mondo di associazioni e percezioni, nonché di pensieri e messaggi di stile, tra cui quello che non è solo il famoso nero a conferirci distinzione ed eleganza a qualsiasi età.

FONTI:

La potenza della psicologia del colore nel marketing

http://www.ilgiornaledivicenza.it/home/spettacoli/teatro/il-bianco-e-il-nero-bellezza-assoluta-nel-codice-chanel-1.339451

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *