Risale ad alcuni giorni fa l’apertura del Palazzo Anteo tra via Milazzo e Piazza XXV Aprile a Milano. Un intero spazio, dotato di 10 sale cinematografiche, dedicato al cinema.

Ancora una volta la città di Milano continua a stupire e a investire sul territorio. Questa volta l’iniziativa è partita da Lionello Cerri, fornitore d’eccellenza della distribuzione cinematografica lombarda, insieme all’appoggio e al sostegno del Comune di Milano, Eataly e altri marchi pregiati italiani. Un grande progetto che ha visto uniti in un unico fronte il pubblico e il privato. E il risultato finale non ha assolutamente deluso le aspettative.

Il nuovo palazzo del cinema si presenta come uno spazio multiforme che si incastra perfettamente all’interno del tessuto sociale e urbano. Non si tratta, dunque, soltanto di uno spazio dedicato al cinema ma di un luogo d’ incontro, di discussione e di scambio di opinioni.

Il Palazzo si compone di 10 sale cinematografiche distribuite su 4 piani. Ogni sala porta il nome di uno degli storici cinema milanesi che per ragioni diverse ha chiuso i battenti. A queste si aggiunge una sala on demand, una sorta di salottino di casa, per scegliere il film da guardare con amici e parenti. Ma non solo cinema, anche bar, biblioteca, ristoranti e perfino una nursery. Questi e tanti altri servizi pensati per la clientela fanno del Palazzo Anteo un’esperienza unica nel suo genere, non solo in Italia, ma (forse) perfino in Europa. E Milano non poteva che essere la giusta cornice per un’iniziativa culturale di così ampio respiro.

Tra i punti di forza dell’Anteo lo Spazio Piccoli, un intero spazio dedicato ai bambini dai 3 ai 12 anni.  Lo scopo è quello di proporre percorsi di crescita attraverso il gioco e attività di laboratorio. Quanti cinema possono vantare uno spazio dedicato ai più piccoli?

Anche la programmazione cinematografica si presenta molto interessante. Una sera a settimana sarà dedicata al cinema in lingua originale, mentre i restanti giorni si assisterà a pellicole made in italy, quasi sempre diverse dall’offerta commerciale del momento. Le sale sono tutte provviste di proiettori 2k e 4k (strumenti di ultima generazione con un’immagine e un attenzione per i dettagli incredibile) e in una sala è stato istallato un sistema che permette di generare una realtà tridimensionale per rendere l’esperienza più interattiva e avvolgente.

Una delle sale è il cinema gourmet, uno spazio in cui è possibile assaporare i piatti dello chef del noto marchio Eataly. E c’è di più, oltre alle sale, anche un giardino, una birreria e la Biblioteca pubblica. Insomma, uno spazio in cui trascorrere un’intera giornata senza mai annoiarsi.

E voi siete già andati a visitarlo? Potete approfittarne in questi giorni partecipando al Fashion Film Festival, cui potete accedere registrandovi qui!

 

 

 

Fonti: ilcorrieredellasera.it, larepubblica.it, spaziocinema.info.it

Credits foto: pinterest.it, grazia.it