Semplicità, da non intendersi nella composizione, e spontaneità identificano i Buckingum Palace. Un mix di post e indie con sfumature math-rock, legate, a mo’ di limone, da una decisa componente alternative. Macedonia è il primo lavoro in studio per la band leccese. L’EP, uscito il 17 febbraio 2017 per XO e Cabezon, è composto da sei brani da ascoltare a occhi chiusi.

Annalisa al basso, Clara alla batteria, Stefano alla chitarra e po’ tutti e tre alla voce danno vita, sul finire del 2015, a un nuovo progetto che unisce le loro influenze musicali: i Buckingum Palace. Amanti delle sonorità trascinanti, scisse tra quelle tormentate, tipicamente grunge, e quelle lievi tendenti al dreamy, si lasciano cullare dall’imprevedibile sogno post.

Cosmesi, il primo singolo estratto dall’EP Macedonia, è un vero e proprio viaggio nel mondo della band, l’intro di batteria il biglietto da non perdere. La lirica ritaglia una breve parte della composizione, il resto è interamente strumentale. Ma non c’è da stupirsi: Vincolo Polare Artico e Colosso mostrano la loro essenza post fuggendo dalla lirica e reggendosi sui soli strumenti, il viaggio continua tra le tortuosità del genere. Rango Tango e Tipo Coleottero, rispettivamente terzo e quarto singolo estratto dall’EP, pur mantenendo la linea dettata dai BP sull’intero lavoro, dichiarano la propria natura grunge ispirandosi, a tratti, ai Nirvana di Nevermind e In Utero e ai Verdena dei primi album. L’ultima fermata del viaggio è Dallo Spazio, uno spettacolo di colori e sensazioni. Socchiusa nella parte vocale, insaporita dall’ascolto di All Apologies, si apre nel più che apprezzabile intermezzo strumentale, fino a esplodere in milioni di stelle nel finale.

Dopo numerosi live che hanno portato la band a girare in tutte le regione del Centro-Sud Italia, i Buckingum Palace sono pronti a confermare quanto di buono fatto finora e tentare il salto di qualità. Nell’attesa di ulteriori concerti, la band, tramite la propria pagina Facebook, ha annunciato l’imminente pubblicazione di un nuovo lavoro che, dagli spezzoni di video pubblicati sul social, lascia intravedere un intrigante coinvolgimento.

 

Ascolta Buckingum Palace qui: cabezonrecords

Fonti:

Credits: urkaonline