Come tutte le idee, anche questa è avvenuta per caso. Un locale, una band e tanta gente al seguito. Da questa circostanza, 3 ragazzi, ovvero Tommaso Parmigiani, Enrico Fracchioni e Michele Zocchi, hanno deciso di creare uno spazio virtuale esclusivamente per musicisti. Così nasce Echo. Un vero social network per artisti che permetterà a chiunque di condividere il proprio talento, tutto questo reso possibile da 3 studenti classe 1996 di Stradella ed Abbiategrasso. Grazie alla collaborazione di Michele Zocchi, è possibile saperne di più riguardo questo progetto multimediale. Tutto questo grazie anche ad un caffè ed un piacevole pomeriggio passato in sua compagnia.

• Che cos’è Echo e chi c’è dietro a questa splendida idea?
Echo è un social musicale, ovvero uno spazio dedicato a musicisti ed appassionati di musica che intendono condividere la propria passione e talento, ricevendo feedback positivi e negativi, o che sono alla ricerca di componenti per creare una band. Inoltre c’è la possibilità di partecipare a competizioni, contest ed essere ingaggiato da qualche agenzia, ovviamente a loro discapito. Tutto questo permesso dalle condivisioni, commenti ed al numero di clap (i ‘’like’’ utilizzati da Echo, N.d.A.) che riesci ad ottenere. Nel backstage di questo progetto ci siamo io, Michele Zocchi, studente di economia insieme a Tommaso Parmigiani, ed Enrico Fracchioni, nostro coetaneo ed organizzatore di eventi.

• Cosa offre in più Echo rispetto ad altre community come Facebook o Youtube?
Come detto in precedenza, Echo offre l’opportunità ai musicisti di condividere il proprio talento nel migliore dei modi. Rispetto alle altre community come quelle di Facebook o Youtube,la nostra app si pone come mezzo per affermarsi come artista. Ovvero attraverso questa, tu hai la possibilità di ‘’sfondare’’ nel mondo della musica. Diversamente da Youtube, che l’opportunità che da è quella di diventare Youtuber, o nel caso di Facebook, una Facebook star.

• Ho letto sull’articolo del Corriere della Sera che in futuro aggiungerete una sorta di retribuzione in stile Twitch (piattaforma di video streaming), in che modo si potranno utilizzare queste donazioni?
Ovviamente l’app adesso è ancora nella fase beta, ma in futuro, come già detto nell’articolo del Corriere, ci sarà la possibilità di fare delle vere e proprie donazioni monetarie, attraverso l’aggiunta di un nuovo tasto sulla schermata di Echo. Ma al momento è ancora tutto in fase di progettazione.

• Prendendo spunto da una domanda presente nei commenti di Google Play, riuscirete ad accontentare qualsiasi tipo di artista?
Essendo all’inizio del progetto non è stata aggiunta qualsiasi tipo di categoria, perchè avrebbe reso l’app troppo caotica e non avremmo avuto l’interesse che vi è ora. In futuro cercheremo di ampliare le sezioni di strumenti e generi, così da accontentare qualsiasi tipo di esigenza.

• Qual è il migliore utilizzo di Echo?
Come per gli altri social, il modo migliore di utilizzare Echo è quello di essere attivi il più possibile, attraverso commenti, condivisioni e clap. Ovviamente anche la qualità ha il suo peso, così come per Youtube, un video fa più views e piace di più alla gente se la qualità del video è ottima. Più gente riesci ad attirare, più feedback riceverai. Non è difficile, ha la stessa semplicità degli altri social con cui abbiamo a che fare ogni giorno. Basta utilizzarlo con criterio, se no si rischia di fare la fine di Guè Pequeno.

• Visto che vi siete buttati nel mercato musicale con questa app, qual è il vostro parere sul mercato musicale odierno?
Ora come ora, per quanto riguarda il mercato musicale italiano è difficile farsi notare. Tutti vogliono fare le stesse cose ed in pochi riescono a realizzare le proprie ambizioni. Noi puntiamo a tenere vivo il talento dell’artista, senza sminuirlo, ma dandogli l’opportunità di raggiungere il proprio obiettivo, visto che nel mondo musicale attuale è sempre più difficile. Vorremmo essere una spinta in più per loro, un canale dedicato esclusivamente alle loro potenzialità.

Non vi resta che prendere in mani i vostri strumenti e condividere il vostro talento, ma se siete soltanto degli spettatori preparate le mani per fare tanti applausi. Grazie ad Echo.

Queste le pagine ufficiali itunes, play.googleFacebook echoapp

 

https://m.youtube.com/watch?v=iZHFxWzA0Ow