Scritto e diretto da Antoine Fuqua e David Ayer, Training Day narra le vicende del giovane agente di polizia Jake Hoyt (Ethan Hawke), che viene assegnato alla squadra anti-anarcotici di Alonzo Harris (Denzel Washington) nella squadra della polizia di Los Angeles – Los Angeles Police Department, LAPD.

Alonzo ha il compito di verificare le capacità di Jake e di metterlo alla prova nel mestiere dell’agente antidroga, dal cacciare i piccoli spacciatori fino a raggiungere i capisaldi del crimine internazionale. I due utilizzano metodi molto diversi tra loro e spesso si trovano in disaccordo su varie questioni: Jake segue le precise regole dei corpi di polizia, mentre Alonzo risulta essere più pratico e meno cauto in situazioni assai pericolose.

Durante una mattina di pattuglia, i due inseguono un gruppo di ragazzi che avevano appena comprato della PCP, credendola marijuana e incontrano diversi malviventi e spacciatori, con cui Alonzo sembra avere ottimi rapporti in quanto suoi fidati informatori o criminali “in pensione”.

Più il tempo passa e più Alonzo dimostra di aver abbandonato completamente il manuale di polizia per dedicarsi a metodi da strada più rapidi, più pericolosi e molto scorretti. Arriva persino ad aprire il fuoco contro dei gangster in un quartiere pieno di civili e ad uccidere un suo informatore a sangue freddo per prendere i suoi soldi e a montare una falsa scena del crimine per scagionarsi e incolpare Jake dell’accaduto. Jake, nella sua ingenuità rimane sempre più scosso e fatica a credere che il mestiere del poliziotto antidroga sia così fuori dagli schemi e trasformi gli agenti in criminali. Le parole di Alonzo, tuttavia, sembrano convincerlo che quella sia la cosa giusta da fare.

“Lo so come ti senti. Mi dispiace di averti aperto gli occhi, ma è così.
E’ orrendo. Ma tu dai tempo al tempo, diventa detective, diventa più saggio e allora sì che cambierai le cose.
Ma è dall’interno che le devi cambiare, ragazzo”

Verso sera, Alonzo porta Jake in un quartiere di gang sudamericane e con una scusa lo abbandona nelle mani di tre criminali con cui aveva stretto un accordo. Questi rivelano a Jake che Alonzo è uno dei poliziotti più corrotti della città e che una settimana prima aveva ucciso un membro della mafia russa a Las Vegas; i russi gli avevano dato una settimana di tempo per raccogliere un milione di dollari e consegnarglieli, o avrebbe pagato con la sua stessa vita.

Jake si rende conto che tutte le azioni del collega erano premeditate e che l’uccisione del suo informatore altro non era che un modo per saldare il suo debito con i russi. I tre criminali aggrediscono Jake e stanno per ucciderlo, quando uno dei tre trova nella sua tasca il portafoglio della ragazza che il giovane aveva salvato quella stessa mattina. Si trattava, all’insaputa di Jake, della cugina di uno dei tre gangsters, Smiley, che gli risparmia la vita per riconoscenza.

Jake, sopravvissuto alla trappola, decide di andare da Alonzo per arrestarlo e fare finalmente giustizia. I due hanno un violento scontro in un quartiere di gang afroamericane in cui Alonzo stesso si era rifugiato prima della mezzanotte, ma dopo una lotta sanguinosa, è Jake ad avere la meglio. I gangster decidono di aiutare il giovane permettendogli di andarsene con i soldi di Alonzo, condannando il veterano a venire ucciso dai russi. Di fatto, egli rimane vittima di un agguato sulla strada per l’aeroporto, mentre Jake torna a casa dalla sua famiglia e un notiziario adeguatamente modificato racconta di come “Alonzo Harris sia rimasto ucciso durante un raid antidroga nella città di Los Angeles”.

Training Day è un’eccellente riproduzione della Los Angeles moderna, costellata di buoni e di cattivi, di pecore e lupi, con le straordinarie interpretazioni di Denzel Washington e Ethan Hawke. In appena un’ora e mezza i registi sono riusciti ad inquadrare buona parte dei quartieri-simbolo della città e delle persone che ci vivono: ricchi poliziotti, famiglie povere, criminali, gangsters e semplici lavoratori sono i co-protagonisti di questa analisi del bene e del male in chiave poliziesca, che racconta la purtroppo l’attuale corruzione che affligge alcuni dipartimenti di polizia degli Stati Uniti fin dalla Seconda Guerra Mondiale.

Fonti:
visione diretta, Wikipedia

Credits:
Training Day, 2001, Antoine Fuqua e David Ayer, locandina e screen