Mario Testino è un fotografo peruviano di origini italiane e irlandesi nato nel 1954 ed è ritenuto uno dei fotografi di moda più talentuosi in circolazione. Oggi è venerato da donne e uomini dello star system, i suoi scatti iconici appaiono sulle riviste patinate di tutto il mondo, ma  il vero successo arriva nel 1997, dopo una gavetta iniziata nel 1976 a Londra, quando Lady Diana lo sceglie per ritrarla nella sua abitazione a Kensington Palace. Le pose della principessa sono classiche e mai volgari, di una raffinatezza quasi eccessiva, appare intimidita ma disinvolta nei suoi capi firmati, sorridente e irresistibile.

“La catturai nel momento in cui stava liberando se stessa”

Il noto fotografo dichiara di non ritoccare quasi mai le sue fotografie, anzi, cerca di esaltarne la naturalezza e i difetti per renderle ancora più sexy. La nudità è molto frequente nei suoi scatti e ama suggerire numerose possibilità erotiche. Il corpo viene mostrato in tutte le sue forme. Pose ammiccanti e sguardi sensuali sono una caratteristica delle sue numerosissime campagne pubblicitarie. Ogni sua fotografia rappresenta un punto di vista unico e una nuova connessione visiva tra fotografo e soggetto. La cosa più importante per lui è l’allure che la persona rappresentata riesce a trasmettere.

Alcuni dei suoi scatti più iconici sono rappresentati dalla Towel Seriesil suo progetto personale. L’idea nasce quando Testino osserva la modella Kate Moss su un set di un servizio fotografico seduta in abito bianco con un asciugamano avvolto in testa. La serie, tutt’ora in corso e presente sul profilo Instagram del fotografo, è cresciuta ed è ritenuta come una lente liberatoria: i ragazzi e le ragazze immortalati hanno libertà d’espressione, possono indossare l’asciugamano come preferiscono senza vincoli né censure. 

Nel quartiere Barranco, a Lima, suo paese natale, è situato il MATE-Museo Mario Testino. Si tratta di una casa che offre una piccola ma curata mostra dedicata al fotografo.

Credits:

foto: www.pinterest.com

fonti: www.mariotestino.com