Il periodo estivo è arrivato e con sé quella dipendenza dal fresco che solo un ottimo gelato può darci.

Noi, amanti del gelato, quanto potremmo stupirci a vedere con i nostri occhi un museo interamente dedicato alla sua storia, dagli albori alla contemporaneità?

Ebbene sì, la risposta risiede ne “Gelato Museum Carpigiani” situato a Bologna e inaugurato a settembre 2012, ma non è certo l’unico, infatti, prima a New York e poi a Los Angeles, ha spopolato il “Museo of Ice Cream” che conta dieci stanze ricche di installazioni sensazionali!

Un luogo dove i sapori sono misteri, le glasse sono giocattoli e lo zucchero rende il mondo un posto migliore

così recita lo slogan che racconta la realtà della seconda sede sulla West Coast grande quattro volte la prima.

Le installazioni al suo interno contano diecimila “Banana Split”, una “Grow House” interamente dedicata alla menta dove il sapore inebria le narici, la “California Room”, una stanza di ghiaccioli coloratissimi sciolti attaccati alle pareti come se fossero stati lanciati qua e là. Oltre i ghiaccioli, ci sono anche dei coni realizzati da Abel Bentin, sono attaccati ai muri e sembrano sciogliersi per poi cadere al suolo.

L’icona del museo risiede nella “Sprinkle Swimmingpool”: questa grande vasca è stata riempita con cento milioni di zuccherini colorati, pensati e prodotti apposta per l’occasione, dentro alla quale si può nuotare – per così dire – e immergersi in un bagno dolce e coloratissimo.

Il MOIC– diminutivo ridotto alle iniziali delle parole che compongono il suo nome- è un museo particolarissimo, perché oltre a rappresentare materialmente le sfaccettature del gelato, ha poi lavorato a lungo con gli scienziati della International Flavors & Fragrances per far sì che molte installazioni fossero in grado di coinvolgere anche gusto e olfatto.

 

La visita del museo porta quasi automaticamente una forte acquolina che può essere soddisfatta pienamente nella selezione di assaggi e degustazioni, dove giornalmente sono proposti gusti unici e deliziosi provenienti dalla collaborazione con produttori e piccole aziende locali.

Fonti:

http://www.gelatomuseum.com/

https://www.museumoficecream.com/

https://it.pinterest.com/