16 dicembre 2018

Arteterapia, non solo colouring books

Arteterapia, non solo colouring books

L’arte è da sempre il bisogno di rendere manifesto l’animo più profondo. D’altronde, come disse Jackson Pollock,

è azione di auto-scoperta. Ogni buon artista dipinge ciò che è

con idiosincrasie e disequilibri, per conoscere se stessi e, a volte, prendersene cura. Nel mondo stressato di oggi, con preoccupazioni somatizzate e fretta svuotata di senso, l‘arte terapia è alla ribalta con i conosciutissimi Colouring books. Ma c’è di più: declinata negli ambiti della musica, della danza, del teatro e del gioco, aiuta il dialogo e unisce esperienze. Di seguito una breve descrizione.

La Musicoterapia è l’ arte terapia della musica. Usa elementi musicali come suono, ritmo, melodia e armonia per facilitare e favorire relazioni, comunicazioni, integrazione intrapersonale e interpersonale. È attiva stimolazione sensoriale per il ripristino dell’armonia psico-fisica, in linea con la tradizione storica: è infatti noto quanto in tutte le culture dell’antichità musica e medicina fossero un tutt’uno. Era (è?) credenza comune che il mondo fosse costituito secondo principi musicali e che la musica, con il suo potere incantatorio, generasse benessere e armonia.

La Danza terapia è l’ arte terapia che si concentra sull’espressione del corpo, sulla liberazione delle emozioni e dei sentimenti che il corpo prova. Attraverso gestualità e mimica ne elimina i blocchi interiori per vivere al meglio la propria corporeità. È universalmente riconosciuto il rapporto che unisce mente e corpo: non è un caso che fin dall’antichità i balli tradizionali mimavano i propri stati affettivi, individuali o di gruppo, per esorcizzarli.

La Teatro terapia agisce sul corpo, ma in modo differente. L’ arte terapia del teatro infatti aggiunge alla comunicazione corporea quella della voce, e permette uno sguardo sul mondo differente dal proprio con il “gioco delle parti”, un gioco d’immedesimazione in altri personaggi, esperienze emozioni. L’oscillazione tra realtà e finzione mette in scena parti profonde della realtà individuale spesso rimaste nascoste, e di accedere a risorse fondamentali per il ripristino dell’equilibrio interiore.

La Gioco terapia. Il gioco rappresenta una delle prime forme di comunicazione nel processo di crescita dell’uomo. Si serve di un codice suo proprio: utilizzando gli espedienti di analogia o metafora, veicola concetti ed esperienze difficili da esprimere in contesti formali. L’ arte terapia del gioco è praticabile da tutti, senza limiti d’età, e si avvale della funzione ludica e di ricreazione e dello sviluppo fisico ed intellettuale.

 

Credits: www.piano-lessons.net, www.fedim.it, www.suorecarmelitanemodica.it, www.weareshare.net, www.psicologi-italia.it

Per saperne di più:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.