05:49 am
17 ottobre 2017

Zarathustra il gatto nell’arte

Zarathustra il gatto nell’arte

Andiamo con ordine, i gatti, che fantastiche creature, spopolano sul web fra video, foto e meme che non si possono non adorare.

Ma cosa centra l’arte e specialmente questo articolo con il mondo felino?

Venerati dagli egizi, re dei salotti borghesi, i gatti hanno sempre accompagnato l’uomo lungo il corso dei secoli. Non come migliore amico ma, più che altro come cacciatore di topi o guardiani dell’oltretomba. Molti artisti hanno cercato di catturare l’essenza di questi felini, la loro eleganza e il loro stile. I pittori che si sono lasciati ammaliare dalle sinuose forme non sono pochi.

Picasso ha rappresentato due gatti in due quadri differenti, rendendoli protagonisti dell’opera, uno mentre “assaggia” un volatile e l’altro insieme ad un aragosta.

Cat and Bird

 

Lobster and cat

 

Pierre-Auguste Renoir  decide di dedicare alcuni dei suoi quadri a questi animali, possiamo ammirare gatti in braccio e coccolati da giovani fanciulle, gatti appisolati vicino a vasi di gerani e un gatto addormentato e sognante che fa da padrone all’intera scena.

Sleeping cat

Come dimenticare poi il gatto nero, dal pelo ritto, posto ai piedi di una giovane fanciulla desnuda, che ha suscitato l’ira e il disgusto di molti, sia per il fisico e per il modo in cui essa è stata dipinta. Parliamo dell’ Olympia di Edouard Manet, qui la presenza del gatto è di origine allegorica e simbolica. Al contrario del cane, fedele e devoto, il gatto simboleggia l’erotismo e la sensualità e quindi, visto non di buon occhio.

Olympia

Insomma, molti artisti nel corso della storia, hanno ritratto i gatti nelle loro opere, ora per lo più sono venerati dai propri padroni e se ne stanno dall’alto delle loro poltrone a giudicare ma, possono anche diventare delle vere e proprie opere d’arte.

Parliamo di un artista russa che, grazie alla magia di Photoshop ha trasformato il suo gatto in pura arte pittorica. Parliamo di Svetlana Petrova e il suo gatto di 10 kg Zarathustra.

Zarathustra in Napoleone

“Possono volerci mesi per aspettare la posa giusta di Zarathustra e poterla inserire in un dipinto”

Cosi parla Svetlana, anche se loda il suo micione dicendo che ha un talento innato nelle pose naturali e perfette per i dipinti, creare scatti fotografici da poter inserire in un determinato quadro non è semplice.

Zarathustra diventa protagonista nei più grandi quadri dell’arte contemporanea e non. Lo possiamo vedere in braccio alla Gioconda, nei panni di Venere nascente dalla conchiglia, insieme a Frida Kahlo e in molti altri. Il risultato è un mix di divertimento connesso alla voglia di voler vedere e sapere sempre di più di questo simpatico ciccione. Il web ovviamente è impazzito per questa inconsapevole star felina, che posa con noncalanche come le migliori muse.

Zarathustra e la Gioconda

 

Zarathustra in la Nascita di Venere

 

Zarathustra nel giardino di Monet

 

Zarathustra e Frida

Insomma, che dire, vi consiglio di dare un’occhiata al sito dell’artista e del suo gatto grasso, http://fatcatart.com/?lang=en  un lavoro ironico e ben riuscito. Magari potete prendere spunto per fare del vostro animale domestico una star.

Credits:

fonti: www.fatcatart.com, www.greenme.it

foto: www.pinterest.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *