16 dicembre 2018

Liguria: un viaggio mille emozioni

Liguria: un viaggio mille emozioni

Le vacanze sono alle porte; il caldo è già qui. Come fare a scappare per trovare un po’ di pace e un po’ di fresco, anche per soli due giorni? Semplice: la Liguria. Questa piccola regione può infatti vantare delle grandi bellezze tutte da scoprire: per ogni esigenza, lei risponde.

La prima meta è una cittadina vicina al capoluogo ligure: Boccadasse. A poca distanza dal centro storico e lontano dalla frenesia della città, Boccadasse è il borgo di mare per eccellenza: le case colorate si specchiano nel mare cristallino, che riflette i loro colori accesi. Colori che al tramonto sfumano in tonalità calde e romantiche, e senza dubbio magiche. Non ci credete? Cominciate con l’ascoltare La Gatta di Gino Paoli. Borgo ideale per una fuga romantica e per una ricarica di energia.

Sestri Levante, invece, incastonata in un incantevole contesto paesaggistico, con la penisola che divide i “due mari” della Baia del Silenzio e della Baia delle Favole, svetta come città di cultura ed arte, ma anche capitale delle vacanze. Per i giovani che vogliono un mix fra cultura e divertimento, questa è la meta ideale. Per gli appassionati di diving, Sestri Levante è la partenza per immersioni alla scoperta dei relitti affondati durante la seconda guerra mondiale. Inoltre, questo tranquillo borgo, offre una delle migliori silent disco d’Europa. Musica, colori e un paesaggio suggestivo: i caratteri giusti per divertimento e viaggi tra la cultura.

Camogli. Fonte

Camogli, invece, si presta ad una vacanza di famiglia, o agli amanti del buon cibo. Tra gli appuntamenti da non perdere la Sagra del Pesce con la classica frittura nella padella dei guinness, mentre in estate la tradizione religiosa rivive nella Festa della Stella Maris. Uno degli appuntamenti estivi è la notte dei ceri: la sera della prima domenica d’agosto, migliaia di piccoli ceri vengono accesi e lasciati galleggiare sulle onde del mare per rendere omaggio alla Madonna. Coste illuminate e buona musica di sottofondo. Camogli è famosa, inoltre, per le acciughe sotto sale, delicate e buonissime.

Taggia e Arma di Taggia. Relax e degustazioni sono le parole chiavi per l’immersione in questi due piccoli centri liguri. Mentre Arma di Taggia è un paradiso per le vacanze balneari, Taggia è orgogliosa della sua anima agricola: innanzitutto l’oliva taggiasca, che dà vita ad un olio profumatissimo, celebrato nel corso dell’anno con tanti eventi. Da non perdere anche i canestrelli, biscotti al finocchio, e la cosiddetta figassa, una focaccia spessa condita con pomodori pelati, filetti d’acciuga, olive e aglio.

Cervo. Una pausa dalla città fra passeggiate lungo il mare e immersioni, sì, ma nel Medioevo. Cervo è un paese magico, arroccato sul mare, racchiuso dalle mura medievali e custode di un gioiello unico, il castello di Clavesana. Fra le numerose passeggiate, è possibile visitare lo splendido balcone sul mare della piazzetta dei Coralli, i palazzi cinquecenteschi e ristorantini caratteristici fino alle botteghe di artisti e artigiani. Un ruolo centrale è svolto dalla musica, che soprattutto nei mesi estivi trova casa nei numerosi festival che hanno luogo nella piazzetta principale.

Varigotti. Fonte

Varigotti. Anche in questo caso ci troviamo in una cittadina che offre un’immersione completa nella storia dell’arte: quella araba, dovuta ad un periodo di influenza saracena. Un dedalo di vicoletti in cui si gira a piedi o in bicicletta si affaccia direttamente sulla spiaggia sabbiosa, dove sono ormeggiati i vecchi gozzi. Piazzette colorate, localini deliziosi per un aperitivo. Da non perdere: la vista da Punta Crena. Le spiagge sono note per essere molto in voga fra i giovani, ma se si è fortunati, e un po’ avventurosi, si possono trovare delle insenature immerse nel più totale silenzio.

Laigueglia. Fonte

Laigueglia. Torniamo ad una vacanza a base di spiaggia e vita notturna notevole per i giovani, ma anche per le famiglie. Le piazzette sulla spiaggia, il molo e la rimessa delle barche: il luogo ideale per la camminata nordica, con percorsi di varia difficoltà. Da qui si arriva quasi su Capo Mele, il punto del continente più vicino alla Corsica: 140 chilometri. Di notte, Laigueglia, con la vicina Alassio, è invasa da suoni, colori, spettacoli nella piazzetta soprattutto per i più piccoli. Invece dopo le undici, aprono quelle che sono considerate le migliori discoteche della riviera.

Porto Venere. Ultima evasione romantica. Da villaggio di pescatori si è trasformata in una roccaforte sul mare, di cui ancora oggi conserva le mura. Con una navigazione di pochi minuti, si raggiunge Palmaria, l’unica isola abitata della Liguria, una riserva naturale attraversata da sentieri e percorsi turistici. L’isola offre anche piccole strutture ricettive. Numerose le grotte marine, come la famosa grotta Azzurra.

Images: copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.