Io so, al di sotto, io so,
al di sotto delle parole,
dal loro canto, io so che

che non siamo, non dobbiamo:
abbiamo il pegno dell’annullamento,
ideologicamente ridanciano,
sotto forma di melograno,
un’osteria di terra nera-nera,
avversa al tempo, alle cose.

La nostra fase sarà la scoperta,
la scoperta stessa di una fase,
una contro fase, allevata
in un corridoio di scuola
il pavimento bluastro: l’Azur.

Victor Attilio Campagna

Immagine in copertina