Nuova miniserie della BBC One e FX incentrata sulle vicende di un misterioso e sinistro James Keziah Delaney (Tom Hardy), in sole 8 puntate Taboo riesce a trasportarci nella fangosa Londra del 1814 attraverso aloni di mistero, segreti oscuri e relazioni proibite. Dalla collaborazione dello stesso attore protagonista con il padre Chips Hardy ed il celebre regista Steven Knight nasce una serie dal grande successo i cui numerosi interrogativi, lasciati aperti nel finale, ci verranno svelati solamente dalla nuova stagione, recentemente confermata dalle case produttrici.

In seguito alla morte del folle padre, James decide di ritornare nel Regno Unito ma, una volta alle prese con l’eredità, dovrà dar conto alle ambizioni su di esse del burbero Sir Stuart Strange (Jonathan Pryce), presidente della Compagnia Britannica delle Indie Orientali, e della profonda diffidenza del cognato Thorne Geary (Jefferson Hall). A questo si aggiunge un curioso rapporto con la sorella Zilpha (Oona Chaplin) che sembra andare oltre il semplice affetto tra fratelli.

Povertà, corruzione,intemperanza e spietatezza fanno da sfondo all’avvincente storia dell’ex marinaio il cui passato è macchiato da una profonda tragedia che rimarrà avvolta nel mistero sino all’ultima puntata. Saranno le ambizioni su una piccola ed insignificante striscia di terra, la baia di Nootka, a causare una feroce guerra tra James e la Compagnia, una guerra instancabile e sregolata.

I continui flashback che si susseguono non sempre chiariscono perfettamente il passato dei personaggi principali, al contrario, tendono a creare ancor più incertezze che delucidazioni. Evidente l’attenzione verso il protagonista piuttosto che sulla trama che risulta, spesso, disordinata e poco chiara. Riti vodoo e misteriosi riti intensificano la complessità degli eventi che terminano sempre con una netta vittoria di Delaney sui suoi nemici. Pur passando in secondo piano, degna di nota è la colonna sonora composta appositamente per la serie che riesce ad intensificare efficacemente le nostre emozioni nelle scene di maggiore tensione.

Tante le domande, i dubbi e le curiosità lasciate in sospeso con la prima stagione di Taboo. Non ci resta che attendere un altro anno per poter dare conferma alle nostre teorie e per scoprire quale sarà il nuovo accattivante scenario della serie.


FONTI

close-up.it

CREDITS

copertina