Il 7 e 8 aprile scorso si è tenuta l’asta di arte antica e dell’Ottocento presso la sede pratese di Farsettiarte.  Le due sessioni d’asta, suddivise tra arredi e dipinti antichi e dipinti e sculture del XIX e XX secolo, complessivamente hanno totalizzato poco meno di un milione di euro. Sembrerebbe che l’arte italiana del XIX secolo sia riuscita a farsi valere, ottenendo un’aggiudicazione da record per Francesco Paolo Michetti.

Francesco Paolo Michetti, La raccolta delle zucche, olio su tela, cm. 78×97

Con questo dipinto, il pittore abruzzese si aggiudica un nuovo record, infatti l’opera, che era stata stimata tra i 60.000/80.000 Euro, è stata contesa fino alla cifra di 148.400.

.. un po’ di storia: Gabriele D’Annunzio, nella “Fanfulla della Domenica” del 7 gennaio 1883,  descrive il dipinto così:

“Il paesaggio è di Bolognano, un fondo di paesaggio roccioso, erto, a strisce bianche, grigiastre e rossigne di ruggine, che fa pensare a una ruina immane di pagoda, a frammenti di colossi buddistici. Un vapore latteo fluttua nell’aria mattinale, sale dalli acquitrini verdognoli; e le piante dalle larghe foglie ruvide serpeggiano, s’intrecciano sul terreno, si levano in gruppi per l’alto. Per quella freschezza vaporosa vengono uomini e donne con enormi “cocozze” in capo, “cocozze” gialle, verdi chiazzate, di strane forme, di strani contorcimenti, simili a teschi mostruosi, a vasi guasti da gonfiori, a trombe barbariche, a tronchi di grossi rettili disseccati. È un effetto fantastico, quasi di sogno; ma la scena è reale”.

Qui vengono sottolineati due peculiarità  della futura carriera artistica di Michettirestituire una visione simbolica, panica e decadente della sua terra, attraverso uno stile virtuosistico tipico dell’Europa.

Angiolo Tommasi, Lavandaia in riva al mare, olio su tela, cm 47×30,stima: 2.5/3.500, aggiudicato: 12.450

L’aumento di interesse nei confronti degli artisti italiani del XIX secolo si può riscontrare nelle aggiudicazioni delle opere di Giovanni Battista Quadrone, Plinio Nomellini, Angiolo Tommasi, Luigi Bechi e Renato Natali.

Plinio Nomellini, La sorgente, 1914-16, olio su tela, cm 80×68, 5, stima: 40/60.000, aggiudicato: 59.760
Luigi Bechi, In cammino verso il mercato, olio su tela, cm 115×91,stima: 28/35.000, aggiudicato: 34.860
Aggiudicazioni degne di nota dell’asta di aprile 2017 di Farsettiarte:
535 Francesco Paolo Michetti, La raccolta delle zucche, olio su tela, cm 78×97,7 , stima 60/80.000, aggiudicato:  148.400
499 Plinio Nomellini, La sorgente, 1914-16, olio su tela, cm 80×68, 5, stima: 40/60.000, aggiudicato: 59.760
454 Renato Natali, Bagni Pancaldi, olio su tela, cm 81×61,3, stima: 8/12.000, aggiudicato: 37.350
526 Giovanni Battista Quadrone, Ciarlatani con oche, olio su tela, cm 34,5×54, stima: 25/35.000, aggiudicato: 34.860
464 Luigi Bechi, In cammino verso il mercato, olio su tela, cm 115×91,stima:  28/35.000, aggiudicato: 34.860
219 Scuola austro-praghese, Ritratto del Kaiser Rodolfo II, olio su tela, cm 69×54, stima: 7/8.000, aggiudicato: 22.410
155 Coppia di sculture in legno raffiguranti Mori con cornucopia, h. cm 167,5, stima: 5.5/6.500, aggiudicato: 16.807
184 Thomas Waldo Story (attr.) Ritratto di Edith Marion Story, marmo, h. cm 63 , stima :10/15.000, aggiudicato;  14.317
475 Angiolo Tommasi, Lavandaia in riva al mare, olio su tela, cm 47×30,stima: 2.5/3.500, aggiudicato: 12.450
289 Giovanni Martinelli, Allegoria della Musica, olio su tela, cm 72×58, stima: 9/12.000, aggiudicato:12.450
55 Scuola tedesca del XIX secolo, rilievo in avorio raffigurante battaglia, cm 13,3×53, stima: 800/1.000, aggiudicato: 8.964
10 Coppia di antiche zuppiere in argento, stima: 1.5/2.000, aggiudicato: 8.715
Per i più curiosi che vogliono sapere i risultati di tutta l’asta
Renato Natali, Bagni Pancaldi, olio su tela, cm 81×61,3, stima: 8/12.000, aggiudicato: 37.350
Giovanni Battista Quadrone, Ciarlatani con oche, olio su tela, cm 34,5×54, stima: 25/35.000, aggiudicato: 34.860
INFORMAZIONI UTILI:
Farsettiarte www.farsettiarte.it – info@farsettiarte.it
Prato, Viale della Repubblica (Area Museo Pecci)
Tel. 0574/572400 – fax 0574/574132
Milano, Portichetto di Via Manzoni (angolo Via Spiga 52)

FONTI: comunicato stampa fornito dalla casa d’aste Farsettiarte.