Si rompono gli schemi e se ne ricompongono di nuovi. Se la moda non avesse questo compito che senso avrebbe? Su questa filosofia si basa la nuova campagna di borse Chanel che vede come protagonista… Pharrell Williams. Ebbene sì, un uomo diventa per la prima volta testimonial di una borsa per la nota casa francese. Già da tempo il cantante era entrato a far parte della famiglia Chanel, girando un altro spot pubblicitario al fianco della modella Cara Delevigne, e sfilando alla sfilata “Metiers d’Arts” del brand iconico lo scorso dicembre.

Il video per la campagna pubblicitaria mostra Williams che esplora uno stabilimento abbandonato accompagnato dalla sua borsa Chanel, finché non incontra un bambino con il palmo della mano aperta con su scritto “Gabrielle”, ovvero il nome di battessimo di Coco, per poi sparire nel nulla.

Un messaggio molto forte viene lanciato da questa nuova collaborazione tra la maison e il musicista, come a voler andare oltre la moda ed il costume. Karl Lagerfeld ha attuato questa scelta per enfatizzare come la borsa possa essere indossata in diverse circostanze da più persone e che “non è femminile nel senso di esagerato”.

Fonte

Un’apertura massima, specialmente se si tiene a mente cosa Chanel rappresenti e come il grande marchio è nato.

Gabrielle Bonheur Chanel, infatti, ha combattuto da sola la prima battaglia femminile del XX secolo, ovvero imporre in un mondo dominato dagli uomini una moda fatta da una donna dedicata alle donne, che fosse un mezzo di liberazione, una rivincita, più che una moda uno stile, più che una griffe uno spirito, più che una donna un mito.

Lagerfeld, negli anni, ha sicuramente saputo mantenere fede alla visione di Mme Chanel, valorizzando la figura femminile ed elevandola. Tuttavia ha dimostrato anche di essere un vero pioniere, sfidando qualsiasi tipo di convenzione e imponendo la sua impronta in tutto il mondo.

Perché chi l’ha detto che gli uomini non indossano la borsa? Chi l’ha detto che non possono indossare una borsa Chanel? E così si compie un capovolgimento totale delle regole dominati, dei dettami della collettività per finire all’interno di un capanno abbandonato “alla ricerca di qualcuno, o alla ricerca di alcune persone”, come ha affermato lo stesso Pharrell in merito alla campagna.

Il significato è più profondo di una borsa. Grazie a star come Pharrell Williams, Jared Leto o Jayden Smith gli uomini iniziano ad avvicinarsi ad un look più androgino, che è in realtà il riflesso di una società in continuo cambiamento, nella speranza che camminando gli uni nelle scarpe degli altri si possa diventare tutti più solidali ed empatici.

Fonti: http://chanel-news.chanel.com/it_IT/home.html ; Bertrand Meyer-Stabley, 12 couturières qui ont changé l’Histoire; Metro News, http://metro.co.uk/2017/03/12/pharrell-williams-is-chanels-first-ever-male-handbag-model-6504907/

Credits immagini: copertina