Poco più di un mese fa Hayley MacMillen ha pubblicato su Cosmopolitan un articolo in cui tre ragazze si raccontano. E toccano un tasto molto particolare. Raccontano di una pratica che sono solite mettere in atto con i loro partner. Pochi giorni dopo, anche Cosmopolitan Italia se ne è occupato e ha suscitato interesse, curiosità ed un pizzico di scandalo. Perché si tratta un po’ di un tabù. È il Rusty Trombone.

Questa pratica sessuale dal nome ilare è dedicata al piacere maschile, ma alcuni potrebbero non gradire proprio. Si tratta infatti di una combinazione di anilingus e masturbazione, compiuti in contemporanea dalla donna. Con magari una o due falangi nell’ano. Lui può stare in piedi o sdraiato, ma la teoria non cambia: bisogna solo metterla in pratica trovando il giusto ritmo.

Pensando al corrispettivo femminile, il Rusty Trumpet, con anilingus e fingering, appare quasi normale (anche se sui siti porno non viene mai cercato con questo buffo nome). Ma il Rusty Trombone è apparso quasi come una novità: ne hanno parlato giornali e radio, ma sopratutto c’è stato un aumento vertiginoso delle ricerche a riguardo, come emerge dalle statistiche rilasciate da PornHub per quanto riguarda il loro sito. Infatti, dopo l’articolo della MacMillen, la percentuale di ricerca è salita del 178% in tutto il mondo.

Dopo la pubblicazione del pezzo su Cosmopolitan Italia, invece, l’aumento per la nostra nazione è stato addirittura del 329% e il 25% degli utenti è rappresentato da donne.

Un vero e proprio boom, ma non starà forse cambiando qualcosa? Certo, non tutti sono propensi a far avvicinare un qualsiasi oggetto al proprio ano, sia pure una lingua in grado di stimolare zone alquanto erogene. È forse un blocco psicologico ancor prima che fisico, derivante da una concezione maschilista del rapporto sessuale, in cui l’uomo domina e di conseguenza penetra la donna. Il contrario non è consentito. Per alcuni questo blocco non è dovuto solo all’idea della penetrazione, vista da tanti come qualcosa di non eterosessuale, ma solo al pensiero di dover esporre il proprio ano, dover far toccare una zona che mai ha visto la luce del sole. Quindi si precludono quella che pare essere una sensazione davvero eccitante, rinunciando ad un livello superiore di piacere non sfruttando appieno le proprie zone erogene, quale è il perineo per la pressione esercitata sulla prostata. Non è che il Rusty Trombone non venisse praticato prima che Cosmopolitan ne parlasse, ma veniva tenuto più nascosto (e sopratutto qualche anno fa non aveva questo nome). Forse la diffusione della notizia e la grande curiosità suscitata faranno cambiare atteggiamento riguardo il proprio comportamento sessuale a quelli che si considerano “maschi alfa”.

Credits: Pixabay (1) (2)

Fonti: PornHub Cosmopolitan