La primavera è quasi arrivata e con sé porta un carico di colori e profumi: alberi, prati e aiuole sono un tripudio di bellissimi fiori. Essi si trovano nell’ambiente in stretta relazione con l’uomo e la loro collocazione può essere di utilizzo collettivo, come in grandi giardini o parchi naturali, ma nel contempo anche privato, come nelle abitazioni.

Nelle case spesso si decide di inserire all’esterno, nel terreno del giardino, dei semi pronti a svilupparsi al di fuori di un involucro cartaceo e plastificato che li contiene fino a quel momento. Sempre più frequentemente, l’interno abitativo ha inglobato una cospicua quantità di piante e di fiori, che, prendendo spunto dalla diffuse pratiche del decoupage, non trovano come destinazione vasi, bensì vetri e cornici.

L’arredamento e la decorazione delle abitazioni è sempre più vicino all’aspetto naturale, infatti, oltre alle stampe con motivi floreali o vegetali, mediante un’adeguata tecnica di essiccazione dei fiori o delle foglie si possono ricavare dei veri e propri quadri in cui si compone un’opera d’arte che si distacca dalle tele e dai colori, ormai largamente chimici. Realizzare tali composizioni artistiche è alla portata di chiunque, l’importante è conoscere alcune pratiche informazioni, poiché, nonostante la tarda primavera – con l’estate e l’autunno – sono le stagioni ideali per raccogliere bellissimi fiori da essiccare, visto che il clima è tendenzialmente più secco, bisogna considerare anche una serie di fattori altrettanto in primo piano. La raccolta dei fiori si svolge in base al momento e al meteo; per mantenere il più a lungo possibile colori e profumi è meglio scegliere le ore più calde di una giornata di sole perché l’umidità potrebbe compromettere il risultato. Le specie più adatte sono la rosa, l’alloro, la mimosa, l’edera, la lavanda, la margherita, l’erica e l’acanto. Le tecniche di essiccazione sono molteplici: all’aria, su di un piano, in posizione verticale, su griglia, con sostanze naturali o chimiche ed attraverso la pressione. Il risultato è una libera composizione artistica, che riesce ad esprimere molte sensazioni spesso vincolate solo ad alcuni contesti, ma l’arte non conosce frontiere e nelle sue infinite sfaccettature non può escludere l’impiego di tali elementi.


CREDITS

Copertina