“Nessuno vuole annoiarvi con una biografia. Poiché di fatti prodromici ce ne sarebbero pure, ma non così dissimili da quelli comuni a moltissimi altri club, dunque niente di sorprendente. Giusto qualche banalità, se la passione pura e viscerale è banalità. Ma la passione è davvero il sale di tutto, in storie come quella che vi raccontiamo. Il furore e la mania; la brama di vedere suonare su un palcoscenico e l’attesa per lo show successivo, che calma e tende i nervi allo stesso tempo. E poi tutto finisce e tutto ricomincia, fino a quando non se ne ha più abbastanza e si finisce per aprire un locale, La Loggia del Leopardo, negli ultimi giorni dell’inverno del 2013. Da allora più di centocinquanta concerti di band provenienti da ogni angolo del globo e chissà quanti a venire. Anche se, a pensarci bene, i numeri del futuro dipendono in gran parte da voi e dalla vostra voglia di condividere il nostro vizio.”

Questa è la descrizione che trovate sul sito della Loggia del Leopardo, piccolo – ma tutt’altro che insignificante – rock’n’roll club situato alle porte della Val d’Ossola, ossia quella misteriosa e fiabesca punta di lancia incastrata tra il Piemonte e la Svizzera. “Misteriosa” perché in molti l’hanno sentita nominare ma pochissimi sanno dove si trovi o se esista davvero. Il paese in questione è Vogogna, a cavallo della Linea Insubrica che separa il continente europeo da quello africano. Già questa descrizione scatena una certa curiosità.

La Loggia del Leopardo è un circolo ARCI nato dalle ceneri di un locale storico del luogo, il Titty Twister, e fondato proprio dai più affezionati avventori di quest’ultimo. In tre anni ha ospitato band locali e provenienti da tutto il mondo (ma proprio tutto!), band emergenti e band storiche, dal pop al genere più strano e alternativo che si riesca ad immaginare. Il locale è sempre frequentato dagli amanti di musica autoctoni – alcuni dei quali quasi ci abitano, ormai – e da appassionati che percorrono anche due o tre ore di macchina per arrivarci. È un posto accogliente permeato dell’amore per il rock’n’roll di tutti quelli che l’hanno fondato e aiutato a crescere.

È proprio qui che il 12 aprile suonerà il celebre chitarrista statunitense Stef Burns, conosciuto in Italia soprattutto per aver accompagnato Vasco Rossi nella registrazione di alcuni album e in diversi tour. Oltre a questo, la carriera di Stef Burns è veramente lunga, ricca e costellata di un numero eccezionale di collaborazioni, tra le quali The Vu, Y&T, Joe Satriani, Alice Cooper, Alice, Huey Lewis & The News, Stevie Wonder, Steve Winwood, James Taylor, Sheryl Crow e Peppino D’Agostino. Dal 1989 Stef ha inoltre una propria band chiamata Stef Burns Group. I membri sono stati negli anni molti dei musicisti menzionati prima e hanno compreso anche Myron Dove al basso (Santana/Robben Ford) e Billy Johnson alla batteria (Santana/Robben Ford). Per le esibizioni in Italia Stef Burns si avvale della collaborazione del batterista olandese Juan Van Emmerloot, del bassista, sempre olandese, Walter Latupeirissa e del tastierista triestino Fabio Valdemarin. Con questa formazione nel 2008 registra l’album World, Universe, Infinity  contenente 9 pezzi interamente scritti dal chitarrista statunitense ed una cover di Little Wing di Jimi Hendrix.

È poi il 17 novembre 2012 quando Stef Burns inaugura il suo nuovo gruppo, chiamato Stef Burns League, affiancato nel progetto da Fabio Valdemarin, Juan Van Emmerloot e Roberto Tiranti (al basso) nei live. L’ultimo album, prodotto con questa formazione, Roots & Wings, esce il 28 gennaio 2014 per la Ultratempo Music.

Quest’anno Burns torna in Italia con un breve tour che ha preso il via già il 30 marzo al La Brace di Ardenno (SO).

Qui di seguito le altre date:

  • 31 marzo, Peter Pan, Bellinzona (CH)
  • 1 aprile, Teatro San Luigi, Castelgoffredo (MN)
  • 2 aprile, MMI, Siracusa
  • 3 aprile, Piazza Garibaldi, Tuglie (LE)
  • 4 aprile, Goodfellas, Napoli
  • 5 aprile, Maunè, Rieti
  • 6 aprile, Birreria HB, Pistoia
  • 7 aprile, Black Horse, Cermenate (CO)
  • 8 aprile, Central Park, Lignano Sabbiadoro (UD)
  • 9 aprile, Pasha, Pordenone
  • 10 aprile, Music Factory Academy, Bovisio Masciago (MI)
  • 11 aprile, Lizard, Verona

Fonti:

  • Wikipedia
  • www.laloggiadelleopardo.it
  • www.stefburns.com
  • Facebook
  • img