di Noemi Calabrese

Ancora una volta la città di Milano è il timoniere di una grande iniziativa che coinvolge la lettura e, più in generale, il mondo della cultura. Il capoluogo lombardo investe 22,3 milioni di euro nel rilancio delle biblioteche comunali, offrendo nuovi e numerosi posti di lavoro ai bibliotecari e agli operatori del settore.

Se lo stato di salute di una città si misura anche da quanti libri riesce a far arrivare ai lettori, Milano si conferma la capitale indiscussa dell’editoria italiana e continua a investire nella promozione della lettura. La città mette un altro tassello al suo puzzle di impegni, progetti e nuove proposte dimostrando di riuscire a stare sul mercato e di proporsi, con tutti i diritti, come città dei libri.

 

L’ultimo progetto è stato voluto dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, in collaborazione con l’Assessore alla Cultura, Filippo del Corno e al direttore delle biblioteche Stefano Parise. Si tratta di un investimento cospicuo che vuole anzitutto potenziare il servizio bibliotecario della città: sono previsti orari di apertura più ampi e perfino serali per permettere a tutti, anche a chi lavora, di poter recarsi in biblioteca e il potenziamento del settore dei prestiti digitali e degli ebook.

Il fenomeno di digitalizzazione di molti libri ha certamente permesso di ampliare  il pubblico dei lettori al punto tale che,   anche quest’anno, dopo il successo dell’edizione appena passata, è stata riproposta l’iniziativa Milano da leggere: un progetto che mette a disposizione dei lettori 10 libri in formato digitale, scaricabili fino al 31 maggio, tramite il QRcode e reperibili nelle principali stazioni della metropolitana. Se fate un salto alla sede de Lo Sbuffo a Repubblica sulla gialla, troverete all’uscita del binario uno dei tanti manifesti con i titoli da scaricare.

Un’iniziativa molto interessante che ha ricevuto la piena approvazione e il sostegno dell’Atm Milano e degli editori che hanno messo a disposizione i testi (Bollati Boringhieri, Garzanti, Guanda, Marcos, Meravigli, Mondadori, Mursia e l’Agenzia Santa Chiara). I libri selezionati per il pubblico sono tutti gialli, noir o polizieschi ambientati a Milano o comunque riguardanti la cittadina meneghina, un nuovo modo per conoscere la storia e i luoghi della città. Una volta scaricato il libro, il lettore lo avrà sempre a disposizione all’interno della sua biblioteca virtuale. Non è eccezionale?

E non è tutto: dal 24 marzo, poi, è possibile scaricare i link per ottenere gratuitamente gli ebook, in prestito dalle biblioteche per 14giorni, anche nei punti dove viene effettuato il servizio di superficie Atm.

Altra importante iniziativa, promossa dall’Associazione Italiana Editori in collaborazione con FieraMilano è Tempo di Libri, dal 19 al 23 aprile, che anticipa di un mese lo storico Salone del Libro di Torino e che nasce proprio per creare la prima vera manifestazione sui libri nella capitale della lettura. Tempo di Libri è un vero e proprio festival che offrirà a tutti un programma ricco e variegato che spazierà nei diversi generi e ambiti, ce n’è per tutti i gusti! Sarà una grande manifestazione e un’occasione di coinvolgimento e partecipazione attiva del pubblico e dei lettori al mondo del libro.

Che altro aggiungere?

Viva Milano, vive la lettura!

foto1 foto2 foto3