03:14 pm
24 febbraio 2018

GRIGIO

GRIGIO

Stancamente mi trascino

tra giorni tutti uguali

dallo stesso sapore mediocre

e lo stesso odore di chiuso.

Chiusa la mia fantasia,

ferma entro certi limiti

adesso concreti,

prima solo ipotetici,

solo pensieri.

A furia di ripeterli nella mia mente

me ne sono convinta,

fermamente,

sono quasi regole

dello sbaglio in corso

costante,

mi conduco lì.

 

 

credits

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *