Mercoledì 15 marzo, dalle 18 alle 21, il museo Poldi Pezzoli apre le proprie porte con un’iniziativa che coniuga il momento preferito dei milanesi, l’aperitivo, con le altre due arti dionisiache: l’arte, dando la possibilità di visitare la mostra intitolata ” Il Gioiello italiano del XX Secolo” e la musica, grazie al chitarrista Marco Panzarino.

Museo Poldi Pozzoli
Questa idea nasce da un gruppo di  ragazzi che desidera invogliare i giovani a conoscere la realtà museale, troppo spesso, associata ad un mondo noioso frequentato solo da un’ élite colta. Per far ciò, bisogna ripulirla da quel vecchiume che produce un’area istituzionale che ne  causa l’allontanamento. Come hanno rivalutato questo spazio espositivo? Rendendo “young friendly” il museo, ossia proponendo orari più flessibili, al di fuori da quello scolastico o universitario, coniugando sapere e divertimento, scegliendo come appuntamento l’aperitivo e infine contenendo il prezzo d’ingresso. Molto importante è la volontà di rendere il visitatore il più attivo possibile, basti pensare all’escamotage della distribuzione di macchine fotografiche,  ideato per l’1 febbraio di questo stesso anno, per immortalare la propria esperienza durante il corso dell’esposizione.
Museo Poldi Pezzoli
Si tratta di una diversa esperienza che dà la possibilità di visitare la mostra, curata dalla storica del gioiello Melissa Gabardi. Potrebbe inoltre rappresentare un’occasione unica in quanto rimarrà allestita solo fino al 20 marzo del 2017. Centocinquanta opere, suddivise  in più sezioni cronologiche ( Neo-storicismo, Liberty, Art Déco,  produzione degli Anni Trenta, Quaranta e Cinquanta, fino ad arrivare agli anni Sessanta, Settanta, Ottanta e Novanta: il percorso della nascita del “made in Italy”), descrivono l’evoluzione dell’arte novecentesca  dei gioielli. Un percorso particolare quello di questo ambito, che ha visto una prima fase in cui l’influenza francese, ha fortemente ispirato la coeva produzione e, una seconda, in cui invece il “made in Italy” ha preso il sopravvento. Melissa Gabardi ha collegato il tutto ai giorni nostri offrendo una riflessione su quanto tutto ciò sia stato ripreso con chiari riferimenti nell’architettura, nel design e nella moda odierna.
Last but not list, come già detto, l’esposizione, non solo sarà accompagnata da un buon bicchiere di vino ma anche dalla Live music ispanica del chitarrista milanese Marco Panzarino che, costituisce la vera novità dell’evento. Da programma suonerà : H.Villa-Lobos 5 Preludi, J.Rodrigo Invocation et danse (omaggio a M. de Falla), J. Turina Sonata, op. 61 (Allegro, Andante, Allegro vivo ), I. Albenis Sevilla, op. 47, R. Dyens Tango en skai, A. Piazzola Tango.
Ora non vi è nient’altro d’aggiungere, consiglio caldamente, a tutti coloro che cercano nuovi e interessanti modi di interagire con l’arte, di approfittarne, in fondo non capita tutti i giorni di poter apprezzarla in compagnia di un simpatico aperitivo.
Maggiori informazioni
Museo Poldi Pezzoli, Via Manzoni, 12, 20121 Milano
Mercoledì 15 marzo dalle 18.00 alle 21.00
costo: 5€ per under 26/ 10€ prezzo intero
Registrazione presso la pagina facebook : Aperitivo al Poldi Pezzoli