Sono servite tre scrutinature ai votanti per la presidenza della FIGC per decidere chi dovesse prendere le redini della federazione: nella prima e nella seconda non e`stato raggiunto il quorum necessario per stabilire un vincitore, ovvero rispettivamente il 75% e il 66.67%, mentre nella terza Tavecchio si e` imposto con una percentuale di voto del 54,03% contro il 45,07% di Abodi, il suo diretto concorrente.
Ebbene si`, il Carlo Tavecchio di Opti Poba`che prima di venire in Italia mangiava le banane ed ora gioca nella Lazio e` il massimo rappresentante del calcio italiano in Italia e all’estero per il secondo mandato consecutivo, che lo terra` in carica per la bellezza di 6 anni. Il Carlo Tavecchio de “io non ho nulla contro i gay, pero` teneteli lontani da me, io sono normalissimo” e ancora: “non ho niente contro gli ebrei, ma meglio tenerli a bada” e` il massimo rappresentante italiano di uno sport che come primo messaggio ha una condanna al razzismo e alla discriminazione, che vuole appiattire le diversita` ed unire le persone.
Sono ahime` molto sorpreso dal fatto che nonostante questa serie di scivoloni mediatici egli non abbia deciso in prima persona di cedere il posto a qualcuno piu` adatto di lui a gestire la pressione dei media: a questi livelli e` inaccettabile incorrere in questo tipo di affermazioni, sia per il messaggio mandato, sia per la credibilita` persa.
Ma non e` neanche questo il mio reale problema con Tavecchio, perche` queste infelici affermazioni sarebbero quasi insignificanti di fronte ad un leader del calcio italiano che possa risollevarci da questa stagnante condizione di mediocrita`. Infatti la mia presa di posizione e` supportata principalmente dall’inadeguatezza del suo programma rispetto a cio` che ci propone in questo momento la Serie A: come si puo` pensare di diminuire il numero di retrocedenti quando sono due anni che le squadre che dimostrano di non essere assolutamente all’altezza di affermarsi nel massimo campionato italiano sono almeno 4?
Come si fa a non rendersi conto che ci sono squadre, e basta osservare il Chievo di questa stagione, che a febbraio hanno terminato il campionato, visto che sono impossibilitate a raggiungere l’Europa ma sufficientemente in alto in classifica da non rischiare neanche la retrocessione, le quali rendono la serie A meno spettacolare?
Io sarei immediatamente per un campionato a 18 squadre, e possibilmente con i playout: si metterebbe a rischio retrocessione tutta la seconda meta` della classifica tenendo molto alta la tensione, e poi che vinca il migliore.

IL PROGRAMMA DI TAVECCHIO:
• Serie A con 20 squadre con 2 retrocessioni (risparmio di 30 milioni da reinvestire in B e Lega Pro).
• serie B a 20 squadre con 2 promozioni e 3 retrocessioni.
• Lega Pro con 40 squadre divise in due gironi
• Apertura alle seconde squadre dei club di A in LegaPro, a patto che non abbiano diritto di voto e che le seconde squadre non siano coinvolte in promozioni/retrocessioni
• Apertura di altri 180 centri federali territoriali nel prossimo quadriennio: saranno impiegati 1200 tecnici con un budget annuale di 10 milioni

• Introdurre il regime di fair play finanziario dalla stagione 2018/2019

In questo modo ci stiamo allontanando da un’idea di calcio competitivo, con un’unica squadra a lottare con i vertici del calcio europeo, la Juventus, e le altre che arrancano in Europa League; con pochissimi stadi di proprieta`, ci sono mille progetti ma nessuno vede la luce, e, anche grazie a Tavecchio, con una mentalita` ancora bloccata agli anni 90′.
Per onor di cronaca, bisogna complimentarsi con lui per la questione VAR, eccellente nell’ottenere la sperimentazione in Italia, ed e` molto interessante l’idea delle seconde squadre in Lega Pro, con le dovute limitazioni, sul modello della Liga BBVA, ma non sono queste le questioni prioritarie: quando grazie alla Superchampions porteremo 4 squadre direttamente ai gironi di Champions, e manca solo un anno, esattamente come abbiamo intenzione di affrontare la competizione? Con un Olimpico che ti permette di vedere la partita a 50 metri dal campo e con un San Siro semivuoto?
Quindi di fronte ad una vittoria cosi` schiacciante di Tavecchio contro Abodi ammetto di essere rimasto un po` deluso: ho creduto fino alla fine che l’uomo che e` riuscito ad aumentare il fatturato della lega di B del 350% nell’arco del suo mandato, Andrea Abodi,  potesse essere un’alternativa convincente ad un conservatore come Carlo Tavecchio per i vertici del calcio italiano. Purtroppo, mi sbagliavo, speriamo di non cadere ancora piu` in basso.
Fonti:
1)https://it.wikiquote.org/wiki/Carlo_Tavecchio
2)http://www.calcionews24.com/elezioni-figc-abodi-tavecchio-aggiornamenti-live
3)http://sport.sky.it/calcio/serie-a/2017/03/05/elezioni-figc-sfida-abodi-tavecchio.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+SkyitSport+%28Sky+Sport+-+Sky.it%29
4)http://sport.sky.it/calcio/serie-a/2017/03/05/elezioni-figc-sfida-abodi-tavecchio.html
Immagini:
Copertina: https://it.wikipedia.org/wiki/Carlo_Tavecchio#/media/File:Carlo_Tavecchio_-_Wojtyla_Cup_Conferenza_Stampa_2010.jpg