I ragazzi di LABA

 

L’arte può fare anche del bene? La risposta è assolutamente si.
Stiamo parlando di LABA Douala, un progetto promosso dalla LABA, la libera Accademia delle Belle Arti e il COE, l’associazione Centro Orientamento Educativo.
Il progetto è nato a seguito di uno studio condotto da Roberto Dolzanelli fondatore e direttore LABA, Rosa Scandella presidente del COE, George Alex Mbarga responsabile COE in Camerun e Paul Henri. Esso si occupa dello sviluppo culturale e sociale della città, attraverso la formazione di ragazzi alle professioni della creatività richiesti sul mercato ma anche, attraverso la collaborazione con enti pubblici e privati per progetti specifici e offrendo servizi superiori a imprese, governo e associazioni.
I ragazzi di LABA al lavoro
Il personale LABA Douala è composto da professionisti internazionali, aperto per gli enti pubblici e privati per lo studio di progetti nazionali ed internazionali legati particolarmente alla moda, discipline artistiche e occupazioni culturali.
I ragazzi di LABA al lavoro
Siamo venuti a conoscenza di questa grande risorsa per la gioventù grazie anche a una delle nostre caporedattrici che ora si trova in Camerun per questo progetto.
LABA Douala è un corso di formazione per giovani e adulti che riguarda il mondo della creatività che comprende design, grafica multimediale e moda, il tutto in collaborazione con il COE.
Creazioni
Questo ente, lavora per lo sviluppo del dialogo e della solidarietà sostenendo progetti in Camerun, Congo, Bangladesh e Guatemala.
Si occupa di istruzione, formazione, salute, cultura, uso delle risorse naturali locali, agricoltura e sicurezza ambientale.
Per quanto riguarda l’Italia, il COE si occupa di progetti e interventi di educazione alla cittadinanza globale e dal 1991 organizza a Milano il film festival dell’Africano dell’Asia e dell’America latina ma non solo: questa associazione si occupa anche di volontariato nazionale e internazionale, ed è accreditato per la gestione del Servizio Civile in Italia e all’estero.
Il lavoro in LABA
Un progetto importantissimo, specialmente per paesi in via di espansione e di sviluppo, nei quali è importante, oserei dire essenziale, che la popolazione sia formata e che sia in grado di riscattarsi da situazioni di soggiogamento imposte decenni fa.
Per questo la LABA e il COE svolgono un ruolo chiave in queste città che hanno la necessità di strutture come queste.
Che dire di più? Un’arte che si impegna nel sociale e cerca di portare un sorriso dove a volte è stato tolto!
Auguriamo a Chiara, la nostra caporedattrice, alla LABA e al COE un buon proseguimento lavorativo!