Credevate forse che la musica regionale calabrese si limitasse alla tarantella? Sbagliate di grosso. Ci sono artisti che mirano al divertimento dei conterranei, rappresentando musica che solo loro potrebbero apprezzare. Altri, come Eman, mirano ad un pubblico più vasto. L’orgoglio calabrese risuona fra le note dei suoi pezzi, ma i suoi testi sono impregnati di una consapevolezza che punta all’intero pubblico italiano: parla di ciò che riguarda tutti noi, su un sound attuale della musica di oggi.

Emanuele Aceto, in arte Eman, è un cantautore di Catanzaro, unico nel suo genere. L’ultimo album, Amen, è uscito il 19 febbraio di quest’anno, distribuito dalla Sony Music Italia, e prende il titolo da una delle tracce, che ha fatto da perfetto biglietto da visita al pubblico per la sua musica e la profondità con cui modella i suoi testi. Collocarlo in un genere è complesso, in quanto il suo talento gli permette di variare spesso sonorità. Eman stesso, nonostante la sua tendenza reggae, ha definito la sua creazione “variopinta” in un’intervista, in quanto è una miscela di sound e temi diversi fra loro, ma tutti ben incastrati. Il cantante ha infatti un’attitudine per il rap, ma si ispira al reggae, all’elettro-rock, al pop e riesce sempre e comunque a catturare il pubblico.

I temi più affrontati da Eman sono altalenanti: in Chiedo scusa è scomodo e provocatorio, in Giorno e notte ci trascina con una ballata a ritmo “reggaeggiante” e in Amen è intenso e significativo. È un artista dalle mille facce, gli riesce bene tuffarsi nella scrittura e trasmettere le sue idee al pubblico tramite parole che sorgono dal profondo del suo cuore.

Ciò che è importante è la sua credibilità come cantautore, cosa non scontata di questi tempi. È fiero delle sue origini e, anzi, vorrebbe che lo fossero tutti un po’ di più. Non ha timore di denunciare ciò che non gli va a genio nel mondo, il suo punto di vista sulla vita è limpido e illuminante, come si può sentire nel pezzo Svegliati, che nell’album è presente in italiano e in calabrian version. Il suo intento è di stimolare chi lo ascolta a migliorarsi sempre più e lasciare ciò che si lascia un po’ meglio di come lo si è trovato, soprattutto in Calabria, terra dove sembra che i sogni non si possano realizzare e da cui molti giovani, ormai, si stanno allontanando.

Forse, ciò che lo contraddistingue da tutti gli altri è proprio la capacità di ispirare i fan con la sua forte speranza, la fiducia che nutre per la Calabria, i suoi abitanti e le loro risorse, nascoste a chi non la conosce fino in fondo, nonostante la difficoltà che si riscontra in sud Italia nell’emergere da un punto di vista musicale. In passato, Eman si è sacrificato molto: sostiene di aver avuto tanti ripensamenti, ma dopo tanta fatica e tanti tentativi, la dura gavetta lo ha portato a trasformare la rabbia per i suoi fallimenti in qualcosa di stupefacente, che regala emozioni vere al pubblico.