Il 14 e il 16 Aprile del 2016 la città giapponese di Kumamoto è stata colpita da un violento terremoto. Già in passato, altri cataclismi naturali, non hanno scoraggiato i giovani artisti che collaborando tra loro hanno sempre trovato modi per reinventarsi e sollevarsi dalle macerie. Per esempio, un progetto prevedeva la ricerca di tutte le foto che venivano ritrovate in seguito allo tsunami per poi riconsegnarle alle rispettive famiglie e provvedere a ricordare i propri cari scomparsi. Un altro ancora promuoveva la realizzazione di mobilio attraverso i detriti rimasti per le strade.

Kumamoto
https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0ahUKEwiJqZzkysXNAhVMXRQKHdgSDxQQjRwIBw&url=https%3A%2F%2Fwww.assinews.it%2F06%2F2016%2Fterremoto-kumamoto-danni-assicurati-1-6-mld%2F660018446%2F&psig=AFQjCNFmE54ZM1gzgW3ZRPSadjKGScb_hQ&ust=1467026779549179

Ancora una volta si provvede a far emergere in superficie quella che è stata l’essenza dell’arte fin dalla mummia: non morire. Se prima ci si faceva imbalsamare, poi ritrarre, oggi fotografare è appunto per durare in eterno, ed è stato proprio l’ artigiano di Tokyo Kunio Nakamura ad offrirsi per riparare gratuitamente gli oggetti e le ceramiche rotti in seguito al disastro di aprile.

Utilizzò la tecnica del Kintsugi che consiste nel ricomporre i pezzi andati in frantumi attraverso una miscela di polvere d’oro. In questo modo del semplice vasellame, non solo può essere riutilizzato, ma diviene un vero e proprio oggetto d’arte acquistando un valore inestimabile. Questo dimostra come si possa rinascere dalle catastrofi, come, diversamente da noi occidentali che appena non troviamo più utilizzabile o appetibile un oggetto lo cestiniamo, da un’imperfezione possa nascere l’arte.

C_2_fotogallery_3001038_0_image
http://img2.tgcom24.mediaset.it/binary/fotogallery/iberpress/84.$plit/C_2_fotogallery_3001038_0_image.jpg
kintsugi_1
http://www.greenme.it/immagini/vivere/arte-cultura/kintsugi_1.jpg

Fonti: http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/foto/giappone-artigiano-si-offre-di-riparare-le-ceramiche-di-famiglia-danneggiate-dal-terremoto_3001038-2016.shtml