Dammi una lente d’ingrandimento
così vedo meglio, come sono i tuoi occhi.
Dammi una lente d’ingrandimento
che mi faccia vedere bene,
cosa vedi tu in me, che io non vedo.
Dammi una lente d’ingrandimento
e fammi vedere cosa senti dentro,
e cosa pensi,
se pensi che si possa disegnare,
o collegare a qualcosa di oggettivo,
o di non oggettivo.
Cosa pensi che sia?
Degli insetti?
O un agente atmosferico?
Un movimento?
Un suono?
Una stagione?
Un luogo?
Un organo?
Un orario?
Una burrasca?
Un ciclone?
Una violenza?
O una carezza?
Ma a me non serve, nessuna lente d’ingrandimento
per vedere cosa ho dentro,
perché so esattamente che
sei tu.

credits