Robyn Davidson, quando nel 1975, si trasferì ad Alice Springs, Australia, per lavorare con i cammelli, aveva 25 anni. Il suo intento era di imparare a trattare con questi fantastici animali per intraprendere un viaggio attraverso il deserto. Per due anni ha addestrato cammelli ed ha imparato a sopravvivere nel crudele deserto australiano. Ormai pronta, nel 1977 parte diretta verso la west coast, con un cane Diggity, e quattro cammelli, Dookie e Bub, due maschi e Zeleika una femmina con il suo cucciolo Goliath.

La storia del suo viaggio l’ha raccontata lei stessa, prima in un articolo uscito nel 1978, per il National Geographic Magazine, che aveva finanziato il viaggio e le aveva affiancato un fotografo, Rick Smolan e alcuni anni dopo in un libro che ha intitolato Tracks. Il film omonimo è stato presentato nel 2013 al Toronto International Film Festival, con la regia di John Curran. Robin Davinson e Rick Smolan, sono stati interpretati, rispettivamente da Mia Wasikowska e Adam Driver.

La madre di Robyn si suicidò quando lei aveva soltanto 11 anni, e dovette andare a vivere con la sorella del padre. All’epoca Robyn aveva un cane che aveva addestrato lei stessa, ma fu soppresso. La morte della madre e del cane, la lontananza dal padre fecero di  Robyn una persona sola. O almeno così crede lei.

Anche se continua a dichiarare di voler stare da sola, rifiutando in un primo momento la proposta del National Geographic, durante il percorso non lo sarà mai, almeno nello spirito e alla fine lo capirà anche lei.

La Signora dei cammelli, così era chiamata dai giornalisti e dai turisti che incrociarono il suo cammino, ha intrapreso un viaggio che tutti credevano impossibile, in cui era molto facile perdersi e morire,ma lei non solo è arrivata a bagnarsi nelle acque dell’oceano indiano, è anche riuscita a trovare se stessa.

Da quel fatidico viaggio Robyn non si è più fermata ed ha intrapreso una carriera lunga più di trentanni in viaggi, soprattutto con i popoli nomadi, studiando la loro cultura e le loro abitudini e scrivendoci numerosi libri.


CREDITS
Copertina